Ushbag the first social backpack

Ushbag the first social backpack

274

Ushbag the first social backpack

EN Creativity, practicality and style these are the hallmarks of Ushbag, the “social backpack”.
Born in 2013 from the idea of ​​two Milanese designers this backpack 100% Made in Italy does not want to be seen as a simple physical container but as an ideal space open to all those who want to share ideas, emotions and experiences.
Thus the passions for travel, photography, music and new technology of Ushbag community enter into a backpack from the original lines, reminiscent of a sail that is a stylized house or, why not, an origami. unusual shapes but do not compromise the functionality nor the capacity of the backpack, designed to contain some now become indispensable objects at once, such as notebooks and smartphones, and some personal belongings.
A backpack made exclusively by hand, studied in detail and made of high quality selected materials that is proposed in two collections by designers from opposing souls.
Dedicated to travel in all its meanings, the Bright Collection plays on the two colors and contrasting details and declined on tones that recall the colors of nature.
Decidedly urban style the Forward Collection who depends on the impact monochrome and a color palette block intense and enveloping tones.
A locking system with a vertical zip, which helps to protect the contents from attempts to shoplifting, and straps in rope, with three of the weight distribution points, not only avoid the annoying cutting sensation on his shoulders but do not slip and guarantee backpack portability even during outdoor activities make Ushbag a unique product, able to tell the story of who owns it.

ITA Creatività, praticità e stile questi i tratti distintivi di Ushbag, il “social backpack”.
Nato nel 2013 dall’idea di due designer milanesi questo zaino 100% Made in Italy non vuole essere visto come un semplice contenitore fisico ma come uno spazio ideale aperto a tutti coloro che vogliono condividere idee, emozioni ed esperienze.
Così le passioni per il viaggio, la fotografia, la musica e le new technology della community Ushbag entrano in un backpack dalle linee originali, che ricordano sia una vela che una casa stilizzata o, perché no, un origami. Forme inusuali che però non compromettono la funzionalità né tantomeno la capienza dello zaino, progettato per poter contenere contemporaneamente alcuni oggetti diventati ormai indispensabili, come il notebook e lo smartphone, ed alcuni effetti personali.
Uno zaino fatto rigorosamente a mano, studiato nei minimi particolari e realizzato con materiali selezionati di altissima qualità che viene proposto dai designer in due collezioni dalle anime contrapposte.
Dedicata al viaggio in tutte le sue accezioni, la Bright Collection gioca sulla bicromia e i dettagli a contrasto ed è declinata su tonalità che richiamano i colori della natura.
Decisamente più urban style la Forward Collection che punta tutto sull’impatto monocromatico e su una palette color block dai toni intensi ed avvolgenti.
Un sistema di chiusura con zip verticale, che aiuta a proteggere il contenuto dai tentativi di taccheggio, e spalline in corda che, grazie a tre punti di distribuzione del peso, non solo evitano la fastidiosa sensazione di taglio sulle spalle ma non scivolano e garantiscono la portabilità dello zaino anche durante le attività outdoor fanno di Ushbag un prodotto unico, capace di raccontare la storia di chi lo possiede.

Ecco cosa ci raccontano i due designer di Ushbag Massimiliano Di Domenico e Riccardo Rivolta:

Here what Massimiliano Di Domenico e Riccardo RivoltaUshbag designers tells us:

When and how you decided that you wanted to be a designer?

EN We’ve been creative since we were child, we’ve always prefered crayons and scissors to videogames and growing up creativity has remained within us and so we’ve chose a course of study and a job that let us to better express it.

ITA Si è creativi fin da bambini, da sempre abbiamo preferito pastelli a cera e forbici ai videogiochi, crescendo la creatività è rimasta dentro di noi ed è stato spontaneo scegliere un percorso di studi e un lavoro che potesse permetterci di esprimerla al meglio.

It was your dream job?

EN We’ve never tought to draw a line of backpacks and accesories, the idea formed out of the blue but doing this job with passion, taking all its benefits and satisfactions, makes it like a dream.

ITA Mai avremmo pensato di disegnare una linea di zaini e accessori, l’idea è nata per caso, il fatto di fare questo lavoro con passione, di trarne molte soddisfazioni lo rende ad oggi come un sogno!

Which is the first thing you designed and for who (yourself, a friend…)?

EN Ushbag has been the first project we’ve designed and developed together. At the beginning our audience was made by our friends and relatives but as time goes by more people have discovered our backpacks and they started to appreciate them. That’s give us the push to transform our hobby in our job, a backpack into a collection, giving birth to the Ushbag world.

ITA Ushbag è stato il primo progetto disegnato e sviluppato insieme, inizialmente il nostro pubblico era composto dai nostri amici e parenti, col tempo più persone hanno scoperto e hanno iniziato ad apprezzare i nostri zaini, questo ci ha dato la spinta per trasformare il nostro hobby in un lavoro, uno zaino in una collezione, creando così il “mondo Ushbag”.

Who’s the designer you admire the most and why?

EN We trained in industrial design world, as you can see our products are closer to “design” than to “fashion”. Paola Navona is one of our role model: we truly love her interpretation of objects by using lines and different materials. Inside fashion world we frequently took inspiration from Marni and its colors and its simple lines.

ITA  Abbiamo una formazione nel mondo del design industriale, i nostri prodotti sono più “design” che “moda”, una nostra figura di riferimento è Paola Navone per come interpreta gli oggetti attreverso l’uso delle forme e dei materiali, nel mondo della moda ci ispiriamo spesso per la scelta dei colori e per la semplicità delle linee a Marni.

Who’s your muse, your icon, when you create a dress?

EN We don’t have any muse or icon. We take our inspiration from common people, who want to express their creativity and love design and fashion. People who’re looking for a distinctive product to complete their everyday outfits.

ITA Nessuna musa o icona, ci ispiriamo a persone comuni, persone che anche se non lo fanno per lavoro hanno voglia di esprimere la propria creatività, che amano il design e la moda e ricercano pezzi particolari per completare il proprio outfit.

If you had to design an entire collection using just one color, which is the one you’d pick and why?

EN That’s an hard question! We love to play with colors, our products are suitable for different kind of mix and matches. It could sound trite but if we have to pick one of them we definitely design a total black collection: if you have a good product it must be engaging even if it is black!

ITA Domanda difficile! Ci piace molto giocare con i colori, i nostri prodotti si prestano molto a diversi abbinamenti, se dovessimo sceglierne uno in particolare, a costo di risultare banali, disegneremmo una collezione total black: se un prodotto è valido deve essere accattivante e funzionare anche completamente nero.

If your clothes had a soundtrack, which songs you’d choose?

EN Woodkid “Iron” a strong, logical and determined song: almost epic but at the same time it tells fantastic stories, a sort of electro-urban poem.

ITA Iron di Woodkid, forte, logica e decisa: quasi epica ma allo stesso tempo racconta storie fantastiche, una sorta di poesia elettronico-urbana.

Do you have any trick to avoid that “blank page” moment when you’re at the beginning of the designing of a new collection? Do you watch a movie, flip an old magazine…

EN We try to give to all our products continuity and a identifiable image. We start from the fold, creating proper origami made with fabrics ready to wear, so the very first inspiration comes by bending, cutting and turning up those fabrics looking for new, original and practical shapes.

ITA Cerchiamo di dare continuità ed un’immagine caratterizzante a tutti i nostri prodotti, l’idea alla base è la piega, creiamo veri e propri origami di stoffa da indossare, così spesso la prima ispirazione viene piegando, tagliando e risvoltando pezzi di stoffa alla ricerca di forme nuove, originali e funzionali.

If you weren’t a designer which job in the fashion world you would like to do and why?

EN We both take care of the entire creative process behind each product: from the design to the prototype, going through the corporate identity. But if we were not designer we would like to be art-director for some other brands.

ITA Entrambi oltre a disegnare prodotti ci occupiamo in maniera più allargata di tutto il processo creativo, dal prototipo iniziale allo scatto finale da pubblicare, ci ritroviamo quindi ad occuparci di più mansioni. Se non fossimo designer ci piacerebbe essere art-director per altri marchi.