From Palermo with Roberta Cappello

From Palermo with Roberta Cappello

585

From Palermo with Roberta Cappello

Di Gioia Gange

Seguitela su Instagram: www.instagram.com/roroy/

Parlaci di te: qual è la tua descrizione ideale? Come ti definiresti?

Forse un po’ troppo timida e troppa poco autostima per riuscire a raccontarmi e definirmi.

Qual è il tuo rapporto con la moda? Quello che non dovrebbe mai mancare nel tuo armadio?

Non seguo mai a pieno la tendenza, quando mi piace un capo particolare lascio che faccia parte del mio stile, molto essenziale.

Non potrebbero mai mancare i jeans e una blusa bianca.

Il tuo outfit preferito in inverno? In estate?

Vivo le stagioni come in mondi paralleli.  L’inverno è total black, rigorosamente pantalone, maglia, cappotto e tronchetto. L’estate è total white, lasciando spazio a vestitini e bermuda, alternando sandali in cuoio a zeppe vertiginose.

Nulla di strano se oggi indosso un paio di scarpe col tacco e domani delle comode sneakers.

Qual è il tuo stilista preferito?

Non potrei dire di avere uno stilista preferito ma adoro le linee di Alexander Wang, Givenchy e Giorgio Armani.

La tua beauty routine: una doccia, capelli legati, makeup al punto giusto e via oppure ogni giorno una scelta accurata.

No niente scelte accurate, tutto dipende anche da come si svegliano i miei capelli e dal mio umore. Ovviamente non manca mai la crema da giorno per il viso. Direi che quella è una certezza (l’unica).

Cosa ti piace di più della tua città? Parlaci un pò di Palermo…

Palermo è il mare d’inverno. Palermo è il mercato, il Capo. È l’odore della zagara.

Il ristorante migliore e chic della città? Uno store di ricerca, la boutique da non perdere?

Palermo città non ha ristoranti chic, per tradizione e cultura adoriamo il cibo di strada. Uscendo dalla tradizione direi il TRIBECA.

Direi no alle boutique. Adoro piuttosto delle piccole “botteghe” di particolarità.

Fra cui Rizzo Manifacture Studio, dove realizzano splendide scarpe personalizzate, adatte a minimalisti come me o per i più creativi, c’è da divertirsi.

E Variazioni, la linea di Simona è splendida. E mi piace l’idea dell’abito realizzato su misura, l’idea vera e propria di sartoria come un tempo.

La vita notturna di Palermo: il tipo di serata, dove inizia, quello che offre, il posto più cool per incontrarsi e bere un drink?

Tutto dipende dalle stagioni e purtroppo anche dalla “moda”, oggi stiamo qui domani…Senz’altro adoro incontrarmi con gli amici “ai grilli” nel centro storico della città, dove puoi bere un drink, scambiare quattro chiacchiere e fare due passi sino al porto della Cala.

Oppure fare un po’ di casino, allora passo dal locale di un amico il “vespa Cafè”, qui è come sentirsi a casa, inizia per l’aperitivo e poi trovi gente che balla sui tavoli e sul bancone e questo mi fa sempre sorridere.

Se voglio solamente bere un drink, c’è solo un posto dove posso andare “13 Tapas”, Gin tonic docet.

Qual è il tuo rapporto con i social media?

Ho una fissazione per pinterest. Adoro sbirciare, curiosare, lasciarmi ispirare e creare le mie bacheche!

L’ultima domanda per noi è: ZOE è nato in Italia, quello che ti piace di più del nostro paese?

L’Italia è storia, quando viaggi la senti. È gli spaghetti al pomodoro…Sembrano banali ma in realtà sono molto di più… :-).