Provaci ancora, Sam. Dal 1972 al 2012: quarant’anni di stile

Provaci ancora, Sam. Dal 1972 al 2012: quarant’anni di stile

150

 

 

Provaci ancora, Sam (Play it again, Sam, 1972 H. Ross) compie esattamente quarant’anni, ma nonostante ciò resta attuale, fresco e nuovo sotto ogni punto di vista.

 

Il nevrotico, intellettuale, cinefilo Woody Allen, protagonista indiscusso di questa splendida e divertentissima commedia, trova il suo bilanciamento perfetto con il personaggio interpretato da Diane Keaton, Linda.

Un’elegantissima ironia pervade tutta l’opera, partendo dall’ossessione di Sam (Woody Allen) per il film Casablanca (1942, M. Curtiz) e dalle sue visioni di Humphrey Bogart, passando per la sceneggiatura magistrale e raggiungendo l’apice proprio nella figura di Linda.

I look della protagonista, infatti, sono talmente chic, raffinati e ben orchestrati da risultare innovativi, sebbene la pellicola vanti quasi mezzo secolo di età.

Gli anni Settanta, con la loro intrinseca voglia di libertà e l’apertura dei margini della creatività, si riflettono nel personaggio di Linda, nelle sue mise come nei suoi modi di fare, parlare, muoversi.

Nel suo guardaroba, tocchi maschili rivisitati nella chiave più femminile possibile, come camice sartoriali accollatissime, maglioncini casual e cravatte portate strette strette.

I pantaloni sono a vita alta e zampa di elefante, naturalmente, mentre le gonne sono maxi e plissettate.

Tutte idee da trasporre per creare look con tocchi retrò che suggeriscano l’idea di una femminilità vivace, divertente e consapevole.

Diane Keaton in Provaci ancora, Sam è un’irraggiungibile icona di fascino e savoir faire. Condensa in sé le sfumature più belle della sensualità, giocando con il maschile per renderlo attraente e mai banale.

Un esempio da tenere a mente, sempre. Eccovi qualche esempio di look ispirati al film, trasposti ad oggi.

 

Provaci-ancora-sam1Provaci-ancora-sam2Provaci-ancora-sam3