Looking at Tod’s Leo

Looking at Tod’s Leo

508

Looking at Tod’s Leo

Looking at Tod’s Leo è un progetto, coordinato dall’Architetto Cappellini, che coinvolge designer e architetti chiamati a reinterpretare l’iconico accessorio di Tod’s.

Cinque giovani designer per cinque progetti che diventano limited edition del Leo Clamp di Tod’s in un percorso che si snoda nel tempo; il primo capitolo, curato da Giulio Cappellini, verrà presentato durante la 55° edizione del Salone del Mobile a Milano.

I designer coinvolti sono tutti italiani e hanno una storia professionale fortemente legata alla città di Milano, capitale mondiale del design, ma che tocca spesso anche altre realtà internazionali, grazie alle collaborazioni con partner asiatici. I protagonisti hanno interpretato l’iconico accessorio Leo Clamp di Tod’s, declinandolo in cinque differenti limited edition di Gommini maschili, partendo dall’importanza della materia che trova così una nuova identità.

I cinque progetti nascono dalla combinazione di differenti materiali utilizzati per realizzare l’accessorio con i pellami pregiati di Tod’s, unendo tecniche tradizionali di lavorazione e artigianalità. Così viene caratterizzato il Made in Italy di Tod’s insieme alla spiccata creatività italiana

“Cinque i materiali da utilizzare o emulare: ceramica, marmo, pelle, metallo, legno per enfatizzare al massimo gli elementi naturali e la grande perizia degli artigiani dell’azienda. Sono così nate cinque interpretazioni diverse e sorprendenti con richiami al mondo del design, dell’architettura e dell’arte – sottolinea Giulio Cappellini -. Ciascun progetto rispecchia il differente approccio al prodotto dei designer coinvolti e verrà declinato in una limited edition”.

“Looking at Tod’s Leo – conclude Cappellini – riconferma il ruolo culturale ed artistico dell’azienda, da sempre attenta all’evoluzione coerente del costume. Questa iniziativa milanese ha anche uno scopo benefico, devolvendo parte dei proventi alla Onlus L’Abilità di Milano”.

Tutte le limited edition saranno disponibili nella boutique Tod’s di Via della Spiga, a partire dalla Design Week 2016 di Milano e per tutto il periodo della XXI Triennale International Exhibition di Milano. Sarà possibile, inoltre, acquistarle su tods.com.

Una sesta limited edition, curata da un designer americano, verrà svelata durante la Design Week di NY a maggio.

Ecco alcuni degli ospiti all’evento

[pp_gallery gallery_id=”84538″ width=”207″ height=”207″]

– Designer

LANZAVECCHIA + WAI (Progetto Marmo)

Lanzavecchia + Wai è una collaborazione creativa tra Francesca Lanzavecchia e Hunn Wai.Per loro il designer è allo stesso tempo ricercatore, ingegnere, artigiano e narratore.Lanzavecchia concentra la sua attenzione sulle relazioni che gli oggetti stabiliscono o possono stabilire con il corpo e l’anima dell’uomo, con uno sguardo attento al futuro. Wai è affascinato dall’impatto e dalla fusione dei materiali, forme e significati. Lo studio ha sede a Pavia e a Singapore ed è stato ufficialmente istituito nel 2009. I loro progetti comprendono edizioni limitate per gallerie e musei, prodotti industriali e progetti speciali per brand come Alcantara, Samsonite, Mercedes Benz e AgustaWestland. Nel corso di questi anni hanno ricevuto diversi riconoscimenti tra cui l’Innovation in Inclusive Design Practice Award 2015” dal Royal College of Art e il premio Elle Décor International Design Award 2014 nella categoria “Young Designer Talent of the Year.

Lanzavecchia-Wai---Sketch-for-Looking-at-Tods-Leo

Lanzavecchia+Wai

LEONARDO TALARICO (Progetto Metallo)

Leonardo Talarico (Milano 1988) è un designer italiano.
Collabora con prestigiose firme del mondo del design come Cappellini, Mercedes-Benz, Alcantara ed HenryTimi.Il suo approccio al design è una severa riduzione dell’eccesso, in grado di enfatizzare piccoli segni che disegnano oggetti puri e svestiti del superfluo.I suoi prodotti sono stati presentati durante la Design Week di Milano, Parigi, Colonia, Londra e New York.Leonardo Talarico ha collaborato con Giulio Cappellini alla realizzazione di numerose mostre in giro per il mondo: le più recenti sono le installazioni per Alcantara al Museo Maxxi di Roma e a Palazzo Reale a Milano.Case da Abitare lo indica come il più giovane tra i “15 Talenti italiani under 35”.A 27 anni il magazine Para Ti Deco lo inserisce tra i 5 designer internazionali under 35 che miglioreranno la vita delle persone con i loro progetti.Sono numerose le pubblicazioni sulle maggiori riviste internazionali come Financial Times, The Telegraph, Wallpaper, Abitare, Elle Decor.

Leonardo-Talarico---Sketch-for-Looking-at-Tods-Leo

Leonardo Talarico

MIST- O (Progetto Ceramica)

mist-o è uno studio con base a Tokyo e Milano, fondato da Noa Ikeuchi e Tommaso Nani, di nazionalità rispettivamente giapponese e italiana. Lo studio è un ponte tra l’Europa e l’Asia e si occupa principlmente di interior, product design e art direction ed ha esposto i propri lavori in diversi luogi tra i quali Triennale Design Museum, MOMA design store, Museo Poldi Pezzoli, Shanghai biennale. Collabora inoltre con importanti aziende come Antolini, Be Open Foundation, Cappellini, Living Divani, Oluce, ed altre.Il loro approccio vuole comunicare una visione del mondo dove le cose e i rapporti nascono dall’unione e dall’incontro di diversi significati e simboli, ed è da questo dialogo caotico continuo che lentamente si procede ver- so un ordine nuovo e chiaro. Come la nebbia, che esternamente appare come una grande massa che si muove e respira unita, ma che nel profondo è composta da un’infinita quantità di gocce d’acqua, quindi da individualità singole. Proporre quindi un’indagine delle cose e delle relazioni con le diverse culture che non rimane a livello di superficie, ma che va a ricercare un archetipo comune, cioè l’essenza pura delle cose. Un modo per connettere diverse culture in modo profondo e creare così un diverso ordine e un nuovo modo di vedere le cose.

Mist-o

Mist-o

STUDIO ZANELLATO/BORTOTTO (Progetto Pelle)
Zanellato/Bortotto è uno studio di design fondato nel 2013 a Treviso da Giorgia Zanellato e Daniele Bortotto.Entrambi laureati in disegno industriale presso l’università IUAV di Venezia, completano i propri studi all’ECAL, scuola di design Svizzera. Al termine di questa esperienza Giorgia entra a far parte del team di designer di Fabrica, mentre Daniele lavora per il design Svizzero Adrien Rovero.La loro prima collaborazione è Acqua Alta, una collezione di prodotti di design dedicati alla città di Venezia, presentata per la prima volta al Salone del Mobile a Milano nel 2013. Il progetto incontra l’interesse di aziende e pubblico, dando inizio ad un lungo e accurato percorso di ricerca che continua ancora oggi. Studio Zanellato/Bortotto collabora con marchi internazionali ed Italiani, tra i quali Cappellini, Nilufar, Moroso, Rubelli, Tod’s ed Alcantara. I loro lavori sono stati esibiti in gallerie e musei come MAXXI Roma, Triennale Design Museum, Museo Poldi Pezzoli.

Zanellato---Sketch-for-Looking-at-Tods-Leo

Studio Zanellato-Bortotto

ZAVEN (Progetto Legno)

Fondato nel 2006 da Enrica Cavarzan e Marco Zavagno, Zaven è uno studio di design rivolto alla ricerca tra comunicazione, design e arte.Lo studio si occupa di direzione creativa, progettazione grafica, di prodotto e di allestimento, collaborando con professionisti di diversi campi.Enrica e Marco insegnano e tengono workshop in università e scuole in Italia e all’estero.Tra i clienti dello studio ci sono Agusta Westland, Fontana Arte, Nike, Mercedes Benz, La Biennale di Venezia, Telecom Italia.

Zaven

Zaven