Galeria Melissa London vince If Design Awards 2016

Galeria Melissa London vince If Design Awards 2016

331

Galeria Melissa London vince If Design Awards 2016

iF Design Award, uno dei premi più prestigiosi nel mondo del design, conferisce il primo posto nella categoria Interior Architecture alla Galeria Melissa a Londra.

Il terzo concept store del brand di calzature, dopo le Galeria Melissa a San Paolo e a New York, si trova a Covent Garden, un luogo nato da un’enorme e colorato giardino murato del 13′ secolo. L’edificio scelto per ospitare la Galeria è il più antico nel quartiere e ha una ricco passato. Ad oggi le caratteristiche del locale rimangono le originali, un fascino storico che contrasta con la luminosità e la plasticità di Melissa.

Con la firma creativa dell’artista multimediale brasiliano Muti Randolph, già artefice della Galeria Melissa in Brasile, movimento, luci e colori danno un caloroso benvenuto ai visitatori; all’ingresso un enorme schermo LED concepito come spazio personalizzabile, riceve le interferenze come video di risposta o può trasformarsi in un grande specchio.

L’ingresso principale presenta una grande scultura cinetica composta da una moltitudine di scatole acriliche che si muovono in sintonia con la musica di sottofondo formando nuovi disegni in base ad un programma che in questo modo valorizza ogni dettaglio della scarpa esposta.

La vecchia scala restaurata porta i visitatori nella zona inferiore del negozio dove si trova un grande ambiente-contenitore bianco destinato ai momenti speciali della moda, dell’ arte e della cultura; presentazioni e piccole mostre a sostegno di tutte le forme espressive culturali. In contrasto con questo cubo pulito, una scultura di luce, prodotta in esclusiva da Mutifor Gallery di Londra, illumina e decora l’ultima stanza.

Il trait-d’union che unisce la capitale inglese e Melissa non è nuovo. I brand collabora costantemente con le icone della moda locale – Vivienne Westwood, Kate Moss, Cara Delevigne, Anna Trevelyan, Gareth Pugh, tra gli altri – utilizzando entrambi lo stesso linguaggio del mondo moda, che cerca l’innovativo in ogni momento, senza perdere l’essenza del loro DNA.