2015 Music Parade

2015 Music Parade

579

2015 Music Parade

È quel periodo dell’anno in cui si è combattuti fra il guardare avanti a un anno ancora nuovo e impacchettato e guardarsi indietro per ricordare quello che di bello abbiamo attraversato nell’anno appena trascorso. Questa non vuole essere una classifica esaustiva di tutti i brani più forti del 2015 ma una nostra selezione di 5 fra le canzoni (e i video) e gli artisti che ci sono piaciuti di più…pronti…indossate le cuffie…si parte!

Calvin Harris & Disciples: How deep is your love

Calvin Harris (insieme a Diplo) è uno dei produttori più famosi e ballati sui dance floor di mezzo mondo, lasciando da parte il gossip della sua storia con l’altra campionessa delle classifiche Taylor Swift, Calvin riesce dove molti non arrivano e cioè rendere cantabile quello che prima era solo “ballabile”. How deep is your love è una canzone pop stellare e il video con la partecipazione della modella Gigi Hadid è stato uno fra i più cliccati.


The Weeknd : Can’t feel my face

È il nuovo Bruno Mars…no è il nuovo Michael Jackson…a noi sembra solo (si fa per dire) Weeknd con un funk nero carbone e un singolo “Can’t feel my face” che è quanto più vicino alla perfezione si possa immaginare in ambiente popular music. La consacrazione (aldilà della classifica) con la sua performance nell’ultimo keynote della Apple per il lancio del servizio in streaming targato Cupertino. Oramai la sua acconciatura da “gallo cedrone” è diventata iconica…la sua recente liaison con Bella Hadid l’ha catapultato sulle pagine non solo di ambito musicale.


Cesare Cremonini : Lost in the weekend

A proposito di “weekend” (stavolta scritto in maniera corretta ;-)) vogliamo mettere in classifica anche l’ultimo singolo di Cesare Cremonini “Lost in the weekend” che alla continua ricerca in campo musicale aggiunge una spruzzata di edm (electronic dance music) a una canzone che se fosse cantata in inglese avrebbe scalato ben altre classifiche che la sola hit-list italiana. Il video è il classico video teenager che si ribellano con una citazione del balletto iniziale dal film con Tom Cruise “Risky Business – Fuori i vecchi… i figli ballano”.


Major Lazer : Powerful (feat. Ellie Goulding & Tarrus Riley)

Il collettivo Major Lazer non ha paura delle vette delle classifiche e dopo un inno generazionale come “Lean on” con tanto di balletto in stile Bollywood (CLICCA QUI) crea un brano dalle forti tinte soul abbastanza lontano dalla loro comfort zone. Alla voce è Ellie Goulding (un’altra che ha una qualche abitudine al top delle classifiche) e il video ha un sapore X-Files in un crescendo di effetti speciali.


Florence+The Machine : Delilah (the Odyssey – Chapter 6)

Si parlava di soul poco fa no? Ecco un’artista che di soul (sia inteso come genere sia nel suo significato di “anima) ne ha da vendere. Per promuovere l’ultimo album “How Big, How Blue, How Beautiful” ha scelto la strada di una serie di video concept legati gli uni agli altri (eccovi il 6° capitolo) che raccontano una storia piena di rimandi biblici e che lasciano trasparire un talento di attrice non comune per la bella e stilosa Florence Welch. Musa di Gucci e una delle voci più interessanti degli ultimi anni.