Fino al 28 febbraio a Noto i PIENI/VUOTI nelle sculture di Claudio Deodati e Mimma Ragonese

Fino al 28 febbraio a Noto i PIENI/VUOTI nelle sculture di Claudio Deodati e Mimma Ragonese

171

 

Fino al 28 febbraio 2012 a Noto P I E N I / V U O T I doppia personale di Scultura di Claudio Deodati e Mimma Ragonese.

 

 

ex Collegio dei Gesuiti

galleria arte contemporanea

corso Vittorio Emanuele, 91

NOTO – Sicilia

 presentazione critica di Alberto Frasca

a cura di Vincenzo Medica per NotArte artisti associati del Val di Noto

 

INGRESSO LIBERO

www.comune.noto.sr.it

www.notarte.it

 

CLAUDIO DEODATI

nasce nel 1976 a Catania, dove vive e lavora come architetto e designer.

Nel 1998 inizia la sperimentazione con il fil di ferro, un materiale povero usato in edilizia, con il quale trova immediatamente una sincronia espressiva basata su una forte componente definibile materico/concettuale.

Le opere sono concepite come scarabocchi sul grande foglio del tempo e paradossalmente iniziano il loro processo disgregativo (dovuto all’ossidazione) contemporaneamente a quello aggregativo che le vede comporsi nello spazio.

Un gioco evolutivo basato sull’equilibrio tra vuoti e pieni, tra luci ed ombre, tra la dinamicità delle singole parti e la staticità dell’insieme.

 

MIMMA RAGONESE

Le abilità artistiche che oggi arricchiscono Noto del colore ambrato della pietra calcarea lavorata con maestria, non risalgono tutte al 700.

Un esempio è Piazza dell’Immacolata con la sua fontana dove, circondata da sontuose facciate, ha trovato collocazione nel 2005, un opera che testimonia la sensibilità espressiva di un artista che abilmente trasforma la materia dura della pietra

in forme eleganti ed armonie sinuose senza tempo.

L’artista è Mimma Ragonese e l’opera è il puttino al centro della fontana.