Interview with the designer Viktoriia Balaniuk

Interview with the designer Viktoriia Balaniuk

407

Interview with the designer Viktoriia Balaniuk (creative director of the brand FLOW)  Italiano-Inglese-New11

When and how you decided that you wanted to be a designer? 

Quando e come hai deciso che saresti diventata una stilista?

I’m a lifelong fashionista. Can’t remember the day I didn’t have any interest in clothes. From my very early years, I’ve been giving style advices and explaining all things fashion to my family and friends: wear this, don’t wear that, mix those together etc. After I gave birth to the second child, I suddenly discovered new artistic inspiration in me. I started to paint absorbedly, and soon I’ve found myself making not just paintings but fashion sketches that contained some ideas. They were rather good so I felt a strong intention to turn the sketches into real clothes. I asked my sister if she wanted to join me in launching a fashion label. Having her art education, she accepted the offer gladly. So in spring 2014, FLOW was born. Things went very fast & serious from the very beginning. I prefer to stay shy about any achievements but when I look back to past year and a half, I feel amazed by the mass of work we’ve done.

Sono una “fashionista” da sempre. Non riesco a pensare a un periodo della mia vita in cui non fossi interessata ai vestiti e alla moda. Sin da piccola ero quella che in famiglia e con gli amici dava sempre consigli di stile spiegava a tutti i nuovi trend: mettiti questo…non metterti quest’altro…meglio questo etc. Dopo il mio secondo figlio ho improvvisamente scoperto una nuova ispirazione artistica in me, così ho iniziato a dipingere tantissimo e presto mi sono trovata a fare dei bozzetti di moda piuttosto che dipinti. Mi piacevano e ho subito avuto voglia di trasformare questi disegni in abiti veri e propri. Ho così chiesto a mia sorella se voleva unirsi a me e creare una fashion label. Lei ha accettato con piacere avendo un background artistico anche lei. Così nella primavera 2014 abbiamo lanciato FLOW e le cose si sono fatte subito interessanti e tutto è avvenuto in modo molto veloce…non mi piace fare bilanci o raccontare quello che abbiamo raggiunto ma se guardo indietro a questo anno e mezzo rimango piacevolmente stupita da tutto quello che abbiamo fatto.

It was your dream job? Era il lavoro che sognavi da sempre?

Absolutely. I can’t say I ever made any clear goals about designing clothes and running our own fashion label. But when I started doing this, I felt that subconsciously, that has always been my dream job. I adore my job and it is a very important part of my life.

Si, assolutamente. Non posso dire di aver da sempre cercato di fare questo lavoro ma appena ho iniziato ho capito che in maniera inconscia probabilmente questo è stato da sempre il mio dream job, lo adoro ed è una parte molto importante della mia vita.

Which is the first thing you designed and for who (yourself,a friend…)? 

Qual è la prima cosa che hai progettato e realizzato?

Well I’ll tell you not about the first thing but the story I have very special feelings about. For S/S 2014 collection, I’ve designed a slip dress and when top model Ella Kandyba have tried it on I understood it was made for her!

Beh non ti dirò proprio la prima cosa che ho creato ma una storia legata a un abito che mi piace molto. Per la stagione SS 2015 avevo creato un vestito e quando la top Ella Kandyba l’ha indossato ho capito in un istante che sembrava fatto per lei!

Who’s the designer you admire the most and why?

Qual è il/la designer che ammiri di più e perchè?

Well I admire a whole list of designers, including contemporary ones, but there are classic masters that really stand out for me. Despite the fact, FLOW clothes have some very modern elements, on the whole they tend to stay timeless and maybe it has something to do with my big respect for those people. I am greatly inspired by Coco Chanel’s rival Elsa Schiaparelli. She was one of the first people to merge fashion and art, and thus she made a real fashion revolution. Cristobal Balenciaga is genius and that’s it. His feel of shape is higher than impressive, and his volumetric silhouettes stay so relevant even today. Impossible not to mention Yves Saint Laurent and his first female trouser-suits…

Mi piacciono moltissimi designer, compresi quelli contemporanei ma ci sono i maestri…i classici che rimangono inarrivabili. A parte questo, FLOW ha sempre avuto in se elementi di modernità e allo stesso tempo cerco di lavorare in modo che restino senza tempo e probabilmente questo deriva dal grande rispetto che ho per i “grandi”. Sono profondamente ispirata dalla rivale di Coco Chanel Elsa Schiaparelli. Era una delle prime ad aver unito moda e arte e facendo ciò realizzò una vera rivoluzione di stile. Cristobal Balenciaga è un genio e non c’è altro da aggiungere…il suo senso della forma è incredibile i suoi volumi e le suoe silhouette sono attuali ancora oggi. Impossibile tralasciare Yves Saint Laurent e il suo primo completo da donna con i pantaloni…

Who’s your muse, your icon, when you create a dress?

Chi è la tua musa, la tua icona quando progetti un abito?

I’m not that into creating any kinds of muses. But honestly, I always keep this image of perfect FLOW girl in my head. Yes, she must be my perfect muse! When I design, I’m trying to ‘please’ her taste, pay homage to her unique personality, stress her great sense of style. Yes I believe for some creatives it is essential to have ephemeral images in their heads but for me, fashion icons doesn’t really matter, as I think they come and go and only real people stay. That’s why, for example, American fashionistas inspire me. Those girls are not afraid of mixing styles and they always look effortless.

Non sono una fanatica delle muse. Ma ho un’immagine molto precisa della donna FLOW nella mia testa e si è lei la musa perfetta per me! Quando disegno cerco sempre di incontrare il “suo” gusto, rendere omaggio alla sua personalità unica, evidenziare il suo grande senso dello stile. Si…capisco perfettamente che molti creativi hanno bisogno di avere l’immagine di queste muse nella loro testa ma per quanto mi riguarda le fashion icon non hanno molta importanza…perchè sono figure che vanno e vengono e solo le persone “reali” rimangono. Ecco perchè per esempio, mi piacciono le fashioniste americane, perchè sono ragazze che non hanno paura di mescolare gli stili e fanno sembrare tutto facile e leggero.

If you had to design an entire collection using just one color, which is the one you’d pick and why?

Se dovessi pensare una collezione utilizzando un solo colore, quale sceglieresti e perchè?

For sure, it would be white. Color of purity which is pretty neutral, so it can make one rather liberated about the design. At last, white is the new black. Sometimes you just can’t get enough of it.

Di sicuro scegliere il bianco. Il colore della purezza, è molto neutrale e può facilitare il processo di design. Alla fine il bianco è il nuovo nero, e non ne hai mai abbastanza.

Who’s the first person you show your sketches to?

A chi mostri i bozzetti di una collezione?

Of course it is Veronika, my sister and my fashion partner. We live in different countries: me in Ukraine, Veronika in Belgium. People often ask how do we handle our creative and managing processes as we see each other only from time to time. I say, it’s easy! We desire to make our business thriving, and our label outstanding in sense of fashion. And, eventually, we have Internet. So really,  how can distance matter that much?

Di sicuro Veronika, mia sorella e fashion partner. Viviamo in nazioni differenti: io in Ucraina e lei in Belgio. Le persone spesso mi chiedono come facciamo a portare avanti il nostro processo creativo visto che ci vediamo solo di tanto in tanto. Beh è facile! Vogliamo entrambe portare avanti il nostro progetto e rendere il nostro marchio sempre più famoso e questo ci tiene legate…e poi c’è internet, alla fine la distanza ha poi così tanta importanza?

The fabric you love the most… Silk, lace, velvet and why?

Il materiale che ami di più e perchè?

We always use silk in our collections, and often put prints on it, so we gained proper experience in working with this unique fabric. Yet there are many types of it, from airy chiffon to more firm and fixed organza, so you should get used to different techniques as well.

Usiamo sempre la seta nelle collezioni e spesso usiamo delle stampe e così abbiamo sviluppato una certa esperienza nella lavorazione di questo materiale. Ci sono tantissimi tipi, dallo chiffon che è molto leggero all’organza che è più rigida, e devi imparare a usare tecniche diverse per ottenere i risultati migliori.

If your clothes had a soundtrack, which songs you’d choose?

Se i tuoi vestiti avessero una colonna sonora quale sarebbe?

Well since our clothes span different moods, I would pick not one track but a whole mixtape with different melodies. Our latest F/W 2015-2016 collection is dedicated to 70’s so it sounds like that decade’s pop, smooth jazz and soft rock at same time. But to express the most sublime feel of the collection, for a real catwalk soundtrack we’ve chose more contemporary and boldly energetic music.

Spesso i nostri abiti hanno mood differenti, quindi non sceglierei solo una canzone ma piuttosto un mix-tape con vari brani. La nostra ultima collezione è dedicata agli anni ’70 quindi userei la musica di quella decade con un misto di pop, smooth jazz e soft rock. Ma per esprimere appieno il sentimento che sta dietro alla collezione abbiamo usato in passerella musiche più contemporanee e energetiche.

Do you have any trick to avoid that “blank page” moment when you’re at the beginning of the designing of a new collection? Do you watch a movie, flip an old magazine…

Hai un trucchetto che usi quando stai iniziando a lavorare a una collezione e ti trovi davanti a un foglio bianco?

When I seek for instant inspiration, I turn to past times. I love looking through old pictures of my granny and her 3 sisters who were so stylish. They always make me remember that fashion is very cyclical thing, same as most things in our world.

Quando sono alla ricerca dell’ispirazione guardo spesso al passato. Mi piace molto guardare vecchie foto di mia nonna e delle sue 3 sorelle che erano piene di stile. Mi fanno sempre ricordare che la moda segue un movimento ciclico come la maggior parte delle cose nel mondo.

If you weren’t a designer which job in the fashion world you would like to do and why?

Se non fossi una stilista, quale altro lavoro nel mondo della moda ti piacerebbe fare?

Without any doubts, I would become fashion illustrator and draw nice colorful sketches. Unfortunately, now I have time only for technical sketches and sometimes I miss working with tender paints so much.

Senza dubbio, vorrei diventare una illustratrice nel campo della moda e disegnare bellissimi bozzetti colorati. Sfortunatamente adesso ho tempo solo per dei bozzetti tecnici e spesso mi manca lavorare con i colori e dipingere.