Fendi SS 2016 Menswear

Fendi SS 2016 Menswear

670

Fendi SS 2016 Menswear

Nella Collezione Uomo Primavera/Estate 2016, l’incontro/scontro tra opposti, caratteristica del lessico di FENDI, si spinge agli estremi, tra ironia e sofisticazione, classico e sperimentale, disegnando un’immagine di controllata, palpabile sensualità.

La tensione costante tra organico e sintetico, naturale e tecnico, celebra la bellezza wabi-sabi della perfetta imperfezione.

La silhouette è morbida e destrutturata. Polo, t-shirt e pantaloni sono il cardine di un guardaroba modulare fatto di oggetti iconici ripensati nelle texture e nei volumi. Le giacche hanno una linea sottile e compatta che si oppone alla rilassatezza dei pantaloni. La ricerca del decoro, tra motivi grafici e brulichii fioriti, è nascosta sotto strati di colore che creano una fusione visiva, il cui risultato è appena percettibile.

Nel modo tipico di FENDI, l’artigianalità è spinta ai limiti: il pitone diventa gommato degradé, come il denim ed il lurex sovratinto. Camicie e pantaloni sono realizzati in una pelle dalla liquidità sorprendente.

Il fascino dell’inorganico si traduce in texture: motivi granitici ed effetti ceramica sono amplificati da forme precise e pulite. Il metallo punteggia nelle coperture dei bottoni e nei punti Selleria, dando a tratti alla Collezione un tocco quasi robotico. Volumi morbidi e dettagli funzionali suggeriscono un’adattabilità metropolitana.

L’aspetto è ben definito e preciso: una divisa urbana per un cittadino carico di romanticismo metropolitano.

Toni di blu, grigio, nero, fango e mattone si mescolano in una tavolozza dei colori sobria e sensuale. I tessuti sono confortevoli e fermi: jersey spugnoso, denim, seta e cotone.

Shopper e zaini a intarsio, dove compaiono in una versione cattiva ma ironica gli occhi dei noti Bag Bugs della Maison, borse in Selleria con punti metallici caratterizzano la collezione accessori della prossima Primavera/Estate insieme a visiere di pitone e robuste scarpe da lavoro di camoscio o tela con spesse suole di gomma.


In the Spring/Summer 2016 Collection, the encounter/clash of opposites, a quintessential trait of the FENDI lexicon is pushed to quiet extremes, between irony and sophistication, classic and experimental, drawing an image of controlled yet palpable sensuality.

The constant tension between the organic and synthetic, natural and technical, celebrates the wabi-sabi beauty of perfect imperfection.

The silhouette is soft and de-structured. Polo-shirts, t-shirts and trousers are the staples of a modular wardrobe made of iconic items rethought in textures and volumes. Tailored jackets have a cropped, narrow line in contrast with the slouchy ease of the trousers. The quest for decoration – orientalist motifs, flowery swarms – is hidden under layers of dye which create visual amalgamation, the result being barely perceptible.

In the typical FENDI way, craft is pushed to the limits: rubberized shading python, as the denim and over-dyed lurex. Shirts and jumpsuits are made of a leather that has a striking liquidity.

The appeal of the inorganic translates into textures: pixilated granite motifs and ceramic effects are amplified by the clean, precise shapes. Metal is a sign of punctuation in the button covers and Selleria stitches, giving to the Collection a somewhat robotic touch. Easy volumes and functional details suggest metropolitan adaptability.

The overall look is clear and unfussy: a urban uniform for the soulful city dweller.

Tones of blue, grey, black, mud and brick are mixed in the somber yet sensual color palette.

Fabrics are comfortable and firm: spongy jersey, denim, silk, cotton.

Shoppers and intarsia backpacks, where the renowned Bag Bugs eyes of the Maison appear in an evil yet ironic version, Selleria bags with metal stitches characterize the accessories of the next Spring/Summer season, together with python visors and sturdy canvas or suede work shoes with thick rubber soles.