Interview with designer Tamuna Ingorokva

Interview with designer Tamuna Ingorokva

1157

Interview with designer Tamuna Ingorokva    Italiano-Inglese-New1

Pictures in the gallery are from Tamuna fashion show at the Mercedes Benz Fashion Days Tbilisi.

Nella gallery le foto della recente sfilata alla Mercedes Benz Fashion Days Tbilisi.

Tamuna Ingorokva in her studio.

Tamuna Ingorokva in her studio.

When and how you decided that you wanted to be a designer?

Quando e come hai deciso che saresti diventata una stilista?

Incitement and impetus to study Fashion came from my early ears. I constructed garments for my dolls, cutting curtains and sewing pretty dresses from my own vision. Drawn and draped my own imagination and soon I realized that this could become my profession. Consequently after graduating high school I entered the Fine Arts Academy Tbilisi, Fashion department. After three years studing in Georgia I moved to ESMOD Paris, the capital of fashion where a distinctive methodology both in creative design and patternmaking gave me an unparalleled expertise that I value the most in the industry of fashion professionals.

La passione e la voglia di fare moda fanno parte di me sin da quando ero piccola. Creavo vestiti per le mie bambole tagliando le tende e cucendo vestiti molto carini che già in qualche modo esprimevano in nuce la mia visione. Presto capii che volevo farne una professione, così dopo il liceo entrai all’accademia di belle arti di Tbilisi nel settore moda. Dopo aver studiato 3 anni in Georgia mi sono trasferita a Esmod a Parigi e li ho appreso nuove metodologie sia nel campo del design creativo che in quello dello sviluppo delle fantasie per i tessuti, riuscii così a completare la mia formazione che ha arricchito e migliorato molto le mie qualità da un punto di vista professionale.

It was your dream job? Era il lavoro che sognavi da sempre?

Yes indeed, that was my dream to become a Fashion designer. Senza dubbio ho sempre sognato di fare la designer.

Which is the first thing you designed and for who (yourself,a friend…)?

Qual è la prima cosa che hai progettato e realizzato?

The first serious garment that I made as a personal gift for myself was made of silk.

Il primo vero abito che ho disegnato era un regalo per me stessa ed era tutto fatto in seta.

Who’s the designer you admire the most and why?

Qual è il/la designer che ammiri di più e perchè?

Nicolas Ghesquière and Yohji Yamamoto influenced me a lot. They have given me inspiration, muse and encouragement to create my own style and vision. It is a philosophical question why those two are my bests, may be because of their intellectual perception of fashion, of their constant investigation of new textile technologies and innovation in patternmaking.

Nicolas Ghesquière e Yohji Yamamoto mi hanno molto influenzato. Mi hanno ispirato e sono stati uno sprone per sviluppare il mio stile e la mia visione. Il perchè loro due siano i miei preferiti potrebbe sfociare quasi in un quesito filosofico…forse per la loro percezione intellettuale della moda e la loro costante ricerca di nuove tecnologie nel campo tessile e in quello delle stampe.

Who’s your muse, your icon, when you create a dress?

Chi è la tua musa, la tua icona quando progetti un abito?

There are no particular icons I think of, while creating my dress.  I always start a significant research before making a new model. I watch films, read literature, travel a lot to explore new findings and pin them to my mood board. Only after summarizing this information and emotions something really new and important arrives.

Non ho delle icone a cui mi ispiro quando creo un abito. Inizio sempre con una grande attività di ricerca prima di disegnare un modello: guardo film, leggo, viaggio molto per trovare degli spunti e delle suggestioni che poi vanno a finire sulla mia mood board e solo dopo aver raccolto e filtrato tutte queste informazioni e emozioni è il momento che qualcosa di nuovo improvvisamente arriva.

If you had to design an entire collection using just one color, which is the one you’d pick and why?

Se dovessi pensare una collezione utilizzando un solo colore, quale sceglieresti e perchè?

May I answer with Yamamoto’s famous words, as I always think of him as of my teacher:    “…Colors disturb people. I am confident in black not in light. This dark side is attractive to me forever and from the beginnings. I am a lazy designer when it comes to color. The body is important thing to me – it is the beginning of my work.”

Potrei rispondere usando le parole di Yamamoto che considero sempre come un maestro: “…i colori disturbano le persone. Sono a mio agio nell’oscurità non nella luce. Questo lato oscuro mi ha sempre attratto sin dagli inizi. Sono un designer pigro quando si parla di colori. Il corpo è una cosa importante per me, è l’inizio del mio lavoro.”

Who’s the first person you show your sketches to?

A chi mostri i bozzetti di una collezione?

I show them to my team, at my studio. I love to share my findings with my group, with my co-thinkers who help me to realize my ideas. It is a very valuable interjection.

Li mostro dapprima al mio team al mio studio. Amo condividere le mie scoperte con il mio gruppo, con coloro che mi aiutano a realizzare le mie idee, è un’interazione fondamentale.

The fabric you love the most…silk, lace, velvet and why?

Il materiale che ami di più e perchè?

Silk! Silk is my favorite fabric!  I love to mix many, love to play with them and create. La seta! La seta è il materiale che preferisco! Amo mescolarne tante, giocarci e creare.

If your clothes had a soundtrack, which songs you’d choose?

Se i tuoi vestiti avessero una colonna sonora quale sarebbe?

Radiohead. Creep

Do you have any trick to avoid that “blank page” moment when you’re at the beginning of the designing of a new collection? Do you watch a movie, flip an old magazine…

Hai un trucchetto che usi quando stai iniziando a lavorare a una collezione e ti trovi davanti a un foglio bianco?

I always travel. I start a voyage to grow my ideas into a new collection. It’s about celebrating the life and filling it with various new stories and with passion!

Viaggio sempre, inizio un viaggio per fare in modo che le mie idee crescano fino a diventare una collezione. Si tratta di celebrare la vita e riempirla di nuove storie e passioni!

If you weren’t a designer which job in the fashion world you would like to do and why?

Se non fossi una stilista, quale altro lavoro nel mondo della moda ti piacerebbe fare?

If I weren’t a designer I think I would be a doctor. But if I didn’t change the field I would rather remain in fashion communication and consultancy.

Se non fossi designer probabilmente sarei voluto essere un medico. Ma se non dovessi cambiare campo direi che mi piacerebbe lavorare nel campo della fashion communication e nella consulenza.