Zagliani FW 2015

Zagliani FW 2015

978

Zagliani FW 2015

Una sontuoso banchetto di “stile” quello proposto da Zagliani a Palazzo Durini a Milano per presentare la nuova collezione di borse e accessori per l’autunno invero 2015.

“L’età non può appassirla, né può l’abitudine rovinare la sua infinita varietà”.

I versi di William Shakespeare da Antonio e Cleopatra sono iscritti sulla lapide della marchesa Luisa Casati, l’indimenticabile eccentrica il cui scopo principale fu quello di trasformarsi in un’opera d’arte vivente. Ci riuscì, passando da un eccesso decadente all’altro, ultima scintilla luminosa di un mondo ormai perduto.

La nuova collezione Zagliani prende ispirazione da tali figure esotiche e indulgenti, dipingendo immagini sensuali di baldoria e divertimento dall’inconfondibile stile nord italiano. Le atmosfere lussuose dei balli e banchetti veneziani sono trasportate nel presente, tradotte in un’aura di glamour tattile che carica ogni pezzo, suggerendo un gioco continuo di meraviglie. Quello che si vede non è necessariamente come appare, il colore diventa texture, le pelli emanano un gusto deliziosamente succulento e un’aria di lusso decadente percorre tutto.

La collezione esprime una visione che è audace ed eccentrica ma senza tempo, Trasformando i valori di un mondo tramontato in segni di lusso moderno.

Le nuove top-handle mescolano visone e pitone, mentre le borse da sera Venezianina in coccodrillo brushed metal o galuchat sono oggetti preziosi con un’aria di sofisticata decadenza. Il pitone laccato, in super-white e nero, si ispira alle opere di Carlo Scarpa per Venini e alla fusione veneziana di est e ovest.

Pelli preziose in tonalità dense emanano un’aria di compiaciuto esotismo: rosso denso, bianco profondo, blu royal, rame, acciaio appaiono visivamente magnetici quanto tattili in cocco gel, struzzo perlato, nabuk dalla mano albicocca o pitone a tintura vegetale.

Il bauletto Tebako è realizzato in un sorprendete coccodrillo bianco. Ispirate alle forme dei vasi in vetro di Murano, le nuove clutch da sera evidenziano ulteriormente l’incantesimo surreale di una collezione dalla singolare unicità.

Per trasmettere la stratificata ricchezza dell’ispirazione, il mix di surrealismo e sensualità, la collezione sarà presentata su un lungo tavolo, parte di una installazione squisitamente barocca concepita come un’opera d’arte vivente.

Mescolando in modo inaspettato accessori preziosi con cibi, frutta, noci e insetti, la composizione apparirà come una versione viva e vera di un classico dipinto ad olio di natura morta, offrendo al pubblico la possibilità di toccare e mangiare il cibo mentre tocca le borse, scoprendo il lusso come esperienza multi-sensoriale. Il mix di elementi vivi e decadenti, nello spirito di memento mori tipico delle nature morte barocche, riassume lo spirito della stagione: dare nuova vita alla sorpresa abbagliante di una eccentricità onirica che è così fuori sincrono con il tempo presente da risultare assolutamente, inequivocabilmente moderna.