“Italiani uniti nella solidarietà” l’appello del Presidente Napolitano di Gioia Gange

“Italiani uniti nella solidarietà” l’appello del Presidente Napolitano di Gioia Gange

536

Grande richiamo al senso di solidarietà che storicamente dovrebbe guidare la nostra nazione. Dopo il richiamo a margine dell’inaugurazione a New York dello spazio espositivo “Industria Gallery”, il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ritorna nuovamente sulla emergenza umanitaria in Italia che viene giudicata «situazione inaccettabile» e fa appello a tutte le Regioni affinchè aiutino Lampedusa accogliendo gran parte degli immigrati sbarcati nei giorni scorsi in nome «di un spirito di coesione e solidarietà». Il capo dello Stato ritiene che sull’isola si debba aumentare «come già si sarebbe dovuto fare nei giorni scorsi, l’afflusso dei mezzi necessari per portare via gran parte delle persone sbarcate nei giorni scorsi». Per Napolitano «l’Italia, le singole Regioni italiane, non possono dare uno spettacolo di incertezza e divisioni come si rischia di dare. Non ci può essere una Regione che accetta di accogliere una parte degli immigrati e un’altra regione che dice di no». E’ sempre più evidente è l’appello alla comunità internazionale ed ancora prima a quella europea perchè servono «politiche univoche sia sull’immigrazione che sull’asilo politico». Il Presidente Napolitano è tra i pochi e bisogna riconoscerne il merito a rendersi conto che la risoluzione di questa situazione è un trampolino di prova per la maggiore coesione territoriale auspicata durante i recenti festeggiamenti dei 150 dell’unità del nostro paese.