Wool Lab al Pitti

Wool Lab al Pitti

239

The Woolmark Company svela l’ottava edizione di The Wool Lab Spring/Summer 2016.

The Woolmark Company presenta, con una preview durante Pitti Uomo dal 13 al 16 Gennaio 2015, The Wool Lab Spring/Summer 2016, la guida stagionale che svela i trends più interessanti nel mondo dei tessuti e filati in lana.
Usato come strumento d’ispirazione, The Wool Lab è una raccolta dei migliori prodotti in lana disponibili sul mercato in linea con le principali tendenze della moda e dei tessuti. The Wool Lab è stato creato da The Woolmark Company in collaborazione con i più innovativi e attenti filatori e tessitori al mondo.

The Wool Lab è il risultato di vaste ricerche condotte da The Woolmark Company grazie al network globale di cui dispone. E’ in grado si selezionare i tessuti e filati in lana migliori e più innovativi, e di identificare i trends emergenti nel campo della moda, del design, dell’arte, della cultura pop, della musica e molti altri. Tutti questi mondi sono tradotti in eleganti libri artigianali, contenuti all’interno della “Wool Lab bag”, così come viene chiamata dagli esperti del settore.
Ogni stagione, un numero sempre maggiore di professionisti nel campo della moda attende l’ultima edizione di The Wool Lab, in moda di poter non solo prendere ispirazione e aggiornarsi sugli ultimi trends e sulle infinite potenzialità della lana, ma anche per avere la possibilità di sfogliare un’autentica guida sui migliori tessuti e filati.

The Wool Lab ritorna quest’anno con due nuovi temi dedicati al modo dell’eleganza classica, un must have per il mondo dei tessuti in lana e rappresentato in questa edizione SS16 dal tema Capri, per l’abbigliamento maschile, e dal tema Montecarlo per quello femminile.

© Hans Georg Roth_CORBIS

© Hans Georg Roth_CORBIS

© Bettmann_CORBIS

© Bettmann_CORBIS


 

In aggiunta a questi due temi principali, The Wool Lab per questa edizione vuole giocare con il concetto di ‘contrasto’, reso attraverso colori forti che accompagnano un’inaspettata eleganza, come quella che si può trovare nel tema Sapeur. Il termine Sapeur arriva da La Sape, Société del Ambianceurs et des Personnes Élégantes, le cui origini sono in Congo. Il Sapeur è un trend nato negli anni ’70 in risposta alla dittatura che imponeva ai Congolesi di vestirsi con indumenti sobri e tradizionali. Il movimento del Sapeur è molto lontano dallo stile occidentale. È un concetto nuovo di superba e accurata eleganza maschile, che si distingue e contrasta lo stile classico maschile.

01_Willy_Covary_Superclasse_from_the_series_Gentlemen_of_Bacongo

Willy_Covary “Superclasse” from the series “Gentlemen of Bacongo”


 

L’idea dei contrasti è espressa anche attraverso il tema Technocasual, dove le ultime innovazioni tecnologiche legate al mondo della lana sono applicate alle linee di abbigliamento più classiche.
I tessuti caratterizzati da trattamenti tecnici – come il Trattamento al Plasma – o quelli utilizzati all’interno del settore sport/outdoor sono impiegati per creare capi formali, come giacche da uomo o maglioni, in grado di offrire il massimo comfort e performance nella vita di tutti i giorni.

Credits - Photo Rami Riccardo Studio

Credits – Photo Rami Riccardo Studio


 

Il tema Floral – look femminile che prende ispirazione dalla stilizzazione della natura, tipica dell’ Art Nouveau – e quello Neo Trotter – stile di vita giovane e contemporaneo caratterizzato da indumenti pratici ma con un tocco di stile – completano la presentazione dei sei trend del The Wool Lab SS16.

© Leemage_Corbis

© Leemage_Corbis

Neotrotter Cover

Dopo l’esclusivo lancio durante Pitti Uomo, The Wool Lab SS16 sarà presentato all’interno delle più importanti fiere mondiali, così come attraverso il network globale di The Woolmark Company, e one-to-one meetings con i migliori designers, brands, produttori e rivenditori.