Giorgio Armani e J.C. Chandor

Giorgio Armani e J.C. Chandor

1159

Giorgio Armani e J.C. Chandor

Giorgio Armani collabora con il regista nominato al premio Oscar ® J.C. Chandor per l’attesissimo film A Most Violent Year, un thriller ambientato a New York nell’inverno del 1981, statisticamente uno degli anni più violenti della storia della città, e che ha per protagonisti Oscar Isaac (A proposito di Davis) e l’attrice già due volte nominata al premio Oscar ® Jessica Chastain (Zero Dark Thirty, The Help).

Lo scenario è una metropoli in decadenza dove operano politici rampanti e industriali senza scrupoli. La terza opera di J.C. Chandor racconta il tentativo di un immigrato di ascendere la scala sociale, che però è moralmente corrotta. Rivalità covate e attacchi inaspettati minacciano però la sua attività, la sua famiglia e soprattutto minano la sua rettitudine.

A Most Violent Year uscirà il 31 dicembre negli Stati Uniti, e tra gennaio e febbraio 2015 nel resto del mondo.

Giorgio Armani presenterà inoltre la première ufficiale del film che si terrà a New York il 7 dicembre, e sarà seguita da un after party presso l’Armani/Ristorante a cui parteciperanno J.C Chandor, Oscar Isaac e Jessica Chastain.

Per creare lo stile di Jessica Chastain nel film, Giorgio Armani ha collaborato direttamente con il regista J.C. Chandor, autore delle pellicole All Is Lost e Margin Call, e con la stimata costumista Kasia Walicka- Maimone, che ha ricevuto due nomination ai ‘Costume Designers Guild Awards’ per i film Moonrise Kingdom e Capote.

Per il ruolo di Anna, Jessica Chastain indosserà esclusivamente abiti Giorgio Armani, tra i quali raffinati tubini da giorno, un abito da sera senza spalline abbinato a una giacca ricoperta di perline, completi con camicette fluide in crêpe, e un elegante trench bianco, stretto in vita da una grande cintura.

Per la realizzazione di questo guardaroba Jessica Chastain e la costumista del film Kasia Walicka-Maimone si sono recati a Milano per consultare direttamente gli archivi personali di Giorgio Armani. Oltre ad alcuni capi attuali ispirati agli anni ‘80, la maggior parte degli abiti selezionati sono infatti originali dell’epoca, provenienti dalle collezioni dello stilista. Jessica Chastain è da molti anni amica di Giorgio Armani che l’ha vestita per numerosi red carpet, tra i quali quello degli Oscar ® 2013, anno della nomination come ‘Miglior Attrice Protagonista’ per il film Zero Dark Thirty.

Quando, nel 2011, ricevette la sua prima nomination agli Oscar ® per la sua interpretazione in The Help, l’attrice era seduta in prima fila alla sfilata Giorgio Armani Privé di Parigi.

“Lavorare a questo film con J.C. Chandor e con Kasia Walicka-Maimone è stata per me un’esperienza molto stimolante. Il progetto mi ha affascinato da subito perché il film è ambientato in un’epoca che conosco molto bene, nella quale l’abbigliamento femminile stava subendo una rivoluzione: il minimalismo era un concetto nuovo e sconvolgente, e il tailleur stava iniziando a entrare nel guardaroba delle donne più sicure di sé. Jessica Chastain è una donna molto attraente e trovo che indossi sempre i miei abiti alla perfezione, con grande naturalezza”, ha dichiarato Giorgio Armani.

“Gli abiti di Giorgio Armani possiedono stile, classe e trasmettono senso di potere, che sono le caratteristiche che volevo fossero veicolate dal personaggio interpretato da Jessica Chastain. Grazie al lavoro di Kasia Walicka-Maimone e alla possibilità di consultare gli incredibili archivi di Giorgio Armani siamo riusciti a dare vita alla mia visione del 1981”, ha dichiarato J.C. Chandor.

“La storia, ambientata nei primi anni Ottanta, mostra Anna, il personaggio di Jessica Chastain, come una donna ambiziosa e con un naturale senso estetico. L’amicizia di Jessica con Giorgio Armani ha aperto le porte a una grande collaborazione. Ci siamo incontrati a Milano con Jessica e il team di Armani. Ero molto emozionata della possibilità di avere accesso agli archivi Armani degli anni Ottanta. Il team di Armani è stato molto disponibile a creare nuove combinazioni tra capi d’archivio e capi delle collezioni più recenti. Il nostro team ha condotto una ricerca molto approfondita sui capi d’abbigliamento vintage di Giorgio Armani negli Stati Uniti e in Europa.”, ha dichiarato Kasia Walicka-Maimone.

Giorgio Armani è stato uno dei primi stilisti a creare guardaroba per grandi film, sin dal 1980, anno in cui realizzò gli abiti per Richard Gere in American Gigolo. Da allora sono centinaia le pellicole che vantano creazioni di Giorgio Armani, come Il cavaliere oscuro, Il cavaliere oscuro. Il ritorno, Gli intoccabili, Gattaca, Io ballo da sola, Shaft, The Tuxedo, De-Lovely, Ocean’s Thirteen, Caccia alla spia, The Social Network, Mission Impossible: Protocollo fantasma e The Wolf of Wall Street.