MAC presenta “It’s Not Over”

MAC presenta “It’s Not Over”

351

MAC presenta “It’s Not Over”

Un documentario rivoluzionario debutta su Netflix e SnagFilms

Il lungometraggio accompagna gli spettatori “dentro” le vite di alcuni giovani che vivono con e/o sono affetti da HIV e segna un nuovo approccio per informare un pubblico giovane su un’epidemia mondiale.

Oggi, in onore della Giornata Mondiale contro l’AIDS, It’s Not Over, un lungometraggio realizzato grazie al M∙A∙C AIDS Fund, il braccio filantropico di M∙A∙C Cosmetics e ora disponibile su Netflix e SnagFilms, offre al pubblico di tutto il mondo un’occasione di riflessione sui giovani che affrontano l’HIV.

Visto dalla prospettiva del famoso produttore e regista Andrew Jenks, It’s Not Over racconta la storia di tre giovani che vivono in diverse parti del mondo e sono colpiti dall’HIV in modi notevolmente diversi, ma sorprendentemente simili. Jenks visita India, Sudafrica e Stati Uniti per offrire una testimonianza diretta dell’epidemia. Ne consegue una storia profondamente personale e rassicurante, come raramente rappresentata nella cultura popolare.

“I giovani possono porre fine a questa epidemia, ma, per coinvolgerli e motivarli, dobbiamo riconoscere che l’era degli Annunci del Servizio Pubblico e dei messaggi col dito puntato è superata. Dobbiamo rendere i giovani parte della soluzione. Questo è stato il nostro intento nel realizzare il film,” ha affermato Nancy Mahon (Global Executive Director, The M∙A∙C AIDS Fund).

“It’s Not Over rappresenta la più recente strategia, audace e creativa, ideata dal M∙A∙C AIDS Fund per portare i giovani in un approccio orientato all’azione, di impatto e significativo, per riuscire a scrivere la parola “fine” alla piaga dell’AIDS.”

Da oggi Netflix, la maggior piattaforma in streaming a livello mondiale, ospita il film a beneficio di tutti gli spettatori, e SnagFilms, leader nelle proposte di film gratuiti di alta qualità, lo rende disponibile attraverso le proprie applicazioni su Roku®, Xbox™, Sony® e altro.

Gli spettatori saranno accompagnati in un viaggio attraverso i continenti con Andrew Jenks per avere una visione diretta dell’AIDS. Con la collaborazione di tre giovani coraggiosi, il lavoro di Andrew mira a umanizzare il problema mentre gli interpreti ci offrono uno sguardo intimo sulle loro vite colpite da HIV, oltre che sulle vite di chi li circonda.

In America Jenks incontra Paige Rawl, matricola universitaria in Indiana che vive con l’HIV da sempre. Dopo anni trascorsi a combattere gravi pregiudizi e momenti di depressione, Paige ha capovolto la situazione diventando una grande promotrice della lotta contro la malattia, impegnandosi con attività che spaziano dall’organizzare maratone di danza nella sua Università o offrendo aiuti ad altri ragazzi colpiti dalla malattia.

In India Jenks incontra Sarang Bhakre, commediografo di Mumbai dichiaratamente gay in un Paese che bandisce l’omosessualità. L’ultima pièce scritta da Sarang parla di matrimoni gay e il regista Jenks lo affianca, dalle prove al debutto, per testimoniare il coraggio e la temerarietà che sono necessari a Sarang per affrontare queste tematiche.

In Sudafrica Jenks incontra Lucky Mfundisi, allenatore di calcio ed educatore presso il Grassroot Soccer, un’organizzazione che si occupa di AIDS e che insegna ai giovani la prevenzione attraverso il calcio. Lucky funge da guida turistica attorno a Khayelitsha, la township più grande e a crescita più veloce del Sudafrica, dove si registrano alcuni dei più alti tassi di HIV al mondo. Lucky mostra a Jenks come lavora per superare la povertà con un messaggio di speranza e perseveranza.

UNAIDS accoglie il film con un benvenuto e si appella ai giovani in ogni angolo della terra affinché si mobilitino per sostenere la sua visione di zero nuove infezioni di HIV, zero discriminazione e zero morti correlate all’AIDS. È stato stimato che nel 2013 gli adolescenti e i giovani che vivevano con l’HIV erano circa 5 milioni (età 10-24) in tutto il mondo. Milioni di giovani che vivono con l’HIV non sanno di avere il virus. Ogni giorno circa 1.800 adolescenti e giovani contraggono l’HIV e questo equivale a circa il 31% di tutte le nuove infezioni HIV.

“I giovani ci condurranno verso una generazione libera dall’AIDS. Assicurando che adolescenti e giovani siano consapevoli dell’esistenza dell’HIV e abbiano accesso ai servizi mirati, non solo salviamo vite umane, ma investiamo anche in un futuro più sano per le future generazioni,” ha dichiarato Michel Sidibé, Executive Director di UNAIDS. “Siamo orgogliosi della forte partnership instaurata con il M∙A∙C AIDS Fund per far progredire l’impegno mondiale verso la sconfitta della piaga dell’AIDS.”

I soggetti nel film sono beneficiari attivi del M∙A∙C AIDS Fund, tra gli altri Humsafar, Grassroot Soccer e Camp Kindle. Questi partner hanno ricevuto alcune sovvenzioni per aiutare a combattere l’HIV/AIDS grazie al M∙A∙C AIDS Fund, che raccoglie fondi esclusivamente attraverso la vendita di Lipstick e Lipglass M∙A∙C VIVA GLAM. M∙A∙C dona il 100% del prezzo di vendita alla lotta contro l’epidemia dell’AIDS e, sino a oggi, ha raccolto oltre $ 340 milioni.

Per ulteriori informazioni sul film, comprese le biografie del cast, un quadro delle sovvenzioni, clip esclusive e modi di coinvolgimento, visita il sito www.itsnotoverfilm.com.

– M∙A∙C AIDS FUND
Il M∙A∙C AIDS Fund, anima e cuore di M∙A∙C Cosmetics, è stato costituito nel 1994 per offrire supporto a uomini, donne e bambini affetti da HIV/AIDS in qualsiasi parte del mondo. MAF è pioniere nel finanziare iniziative contro HIV/AIDS poiché offre supporto finanziario alle organizzazioni che operano con regioni e popolazioni ove i servizi non siano sufficienti. Di recente riconosciuto dal Funders Concerned About AIDS come il maggior donatore corporate in campo, MAF è impegnato a combattere il collegamento fra povertà e HIV/AIDS, sostenendo diverse organizzazioni in tutto il mondo che offrono servizi alle persone affette da HIV/AIDS. Sino a oggi, MAF ha raccolto oltre $340 milioni esclusivamente attraverso la vendita di Lipstick e Lipglass M∙A∙C VIVA GLAM. M∙A∙C e donando il 100% del prezzo di vendita a combattere HIV/AIDS. Per saperne di più, visita www.macaidsfund.org.