Mercedes Benz Fashion Week Almaty

Mercedes Benz Fashion Week Almaty

492

Mercedes Benz Fashion Week Almaty  

Il mondo della moda si arricchisce ogni anno di occasioni per scoprire nuovi talenti al di fuori delle 4 classiche FW (New York, Londra, Milano, Parigi), ecco perché è interessante dare uno sguardo alla prima edizione della Mercedes Benz Fashion Week Almaty: quattro giorni di sfilate, conferenze, meeting nella bellissima città di Almaty in Kazakistan.

La location principale dell’evento è stata il The Ritz-Carlton, dove su una passerella bianca hanno sfilato le collezioni primavera estate di 20 designer, e con un grande spazio dedicato ai giovani designer.

Eccovi le foto delle sfilate direttamente dalla MBFW Almaty SS 2015.

www.mbfwa.kz

http://instagram.com/mbfwalmaty


DAY ONE


Mechanican Aygul Kuandikova

Mechanical Piano (disegnata da Aigul Kassymova) ha aperto le danze alla fashion week di Almaty. L’ispirazione della collezione è Magritte e l’universo dei suoi quadri, alcune delle sue famose nuvole appaiono su un cappotto e la tipica bombetta dei suoi personaggi diventa accessorio chiave della collezione.


Leonid Zherebtsov

Leonid Zherebtsov

Grande attenzione alla qualità sartoriale degli abiti che devono essere soprattutto comodi da indossare, e altrettanta sulla scelta dei materiali (fibre naturali, pellicce e pelle sintetiche). Uno stile quello di Zherebtsov è lontano dagli eccessi e da un taglio eccessivamente sexy che caratterizza molta della moda attuale, le sue collezioni invece sono improntate a un misto di minimalismo estremamente femminile ed elegante.

Quest’anno la sua collezione è un’esplosione di colori, simile all’effetto di un’oasi in mezzo al deserto, al momento in cui l’ibernazione invernale lascia spazio al respiro della natura che si risveglia, i boccioli di Primavera e la Calda Estate.


Olmeya KZ

Omelya

Un casual wear all’insegna del comfort, pastelli e nero la palette e un mantra stampato sui bordi, sulle maniche, sugli orli: “Relax”. Un’attitudine stilistica e un invito al mondo di rallentare, indossare un paio di scarpe basse e un abito comodo.


DAY TWO


Sergei Shabunin

Sergei Shabunin

Una sensazione di impalpabile eleganza pervade la passerella si Shabunin, un gioco di sovrapposizioni eteree: stampe floral acquerello, tulle per tagliare top e lunghissime tuniche. Dettaglio di stile ampie cinture con trafori arabeschi che si sovrappongono agli abiti o rimangono nascoste in trasparenza. Una primavera dalle mille sfaccettature.


The Rolly Polly

The Rolly Polly

Gioco e colori, queste le due parole d’ordine per questo duo di designer che devono il loro nomi a un giocattolo: quei pupazzi di legno con la base a semisfera che oscillano ma non cadono mai. Una palette piena di rossi bianchi e blu e una modellistica che strizza l’occhio agli anni ’50 per le lunghe gonne scampanate e a vita altissima e ai ’60 per i mini mini dress. Il cerchio è l’elemento geometrico che ritorna in tutti i look, che siano le sfere delle lunghe collane o i pois della fantasia di un abito.



Aigul Kassymova

Aigul Kassymova

Basic minimal silhouette che si tingono in una tavolozza declinati sulle tonalità neutre: nude, crema, glicine…di solito ad un top più squadrato è abbinata una gonna molto leggera e piena di vaporosa eleganza, lunghi vestiti da cocktail e jumpsuit chiuse alle caviglie effetto cocoon.


Alima

Alima

Alima Murzabekova si è laureata nel più antico istituto di moda e design di Europa, lo storico Istituto Marangoni. Alla Mercedez Benz fashion Week Almaty ha presentato una collezione incentrata su differenti textures, elemento cardine un motivo curvilineo che diventa decoro o intarsio e armatura a seconda del look.


The new designers


Teezar

Teezar

Giochi di geometrie e color block, una versione mondrianizzata di una tavolozza: colori primari e qualche complementare.


Dinara Nurlan

Dinara Nurlan

Tre elementi descrivono la collezione: il colore dei cieli infiniti del paese e le illustrazioni che rappresentano le montagne e il cavallo un viaggio attraverso i paesaggi sconfinati del Kazakistan.


Ink MBFWA

Ink

Femminilità basic in una silhouette essenziale votata alla comodità con materiali e fibre rigorosamente naturali.


Marie KZ

Marie

La key feature della linea è il denim usato come materiale principale per creare abiti, capospalla,bluse e pantaloni. Raffinato il contrasto con le applicazioni in color burgundy.


DAY THREE 


Diana Kassym

Diana Kassym

Comfy-porter è la cifra stilistica di Diana, morbide silhouette e morbidi tessuti. Colori neutri e un’iniezione di kaki arricchito da fantasie stampate con i tre colori dell’oro.


YA kazakistan

Y.A.

Off white e grigio argento come le squame di un pesce di fiume, camicie dal collo inamidato e maniche che finiscono in un leggero sbuffo e gonne che giocano a scomporre e ricomporre il classico plissé.


DE GUISE e Woodeez

Deguise/ Woodiez

Deguise di Nurrgis Tasibaeva e il brand di occhiali da sole Woodez calcano la passerella con una collezione ispirata al Giappone con due motivi cardine: i tessuti trattati e cuciti come fogli di un origami scomposto e sandali dalla suola in legno che richiamano le classiche calzature Geta.


Ottepel

Ottepel

Casual wear con un pizzico di anni ’80 per l’uso dei colori flou, varsity jacket reinventante e de-logate e minidress in cui il denim è la tavolozza per appariscenti applicazioni di pelle e vinile.


Khan Kuchum

Khan Kuchum

Divise di uno sport immaginario delle olimpiadi del 2100, l’idea è quella di prendere le tute e le divise sportive e riscriverle come si fa con un romanzo classico per ambientarlo ai giorni nostri. I colori, le strisce, le toppe vengono riprodotte du abiti scamiciati e completi top pantalone molto eleganti ma con attitude sporty.


Pentatonica

Pentatonica

Una collezione per la donna, per la ragazza, per la sposa, per la madre e per sua figlia. 50 sfumature di beige e una palette assolutamente natural complice l’uso di tessuti di origini vegetale come lino e cotone non trattato.