Instagram > a revoir PFW

Instagram > a revoir PFW

447

Instagram Paris Fashion Week #6

La fashion week è giunta al termine e come è nostra consuetudine ci piace raccontarla attraverso gli istanti catturati attraverso Instagram, non cercate le foto perfette ma l’istante perfetto.

Eccovi l’ultima puntata del nostro insta-diary.



Here we are in Paris, the fashion week is over and – as we usually do – we love to tell you about it trough the instants captured trough Instagram accounts, don’t look for the perfect pictures but for the perfect instant.


VALENTINO

Dettagli di ispirazione marine per le finiture della clutch, sia per il delicato ricamo di squame di sirena per l’abito.

Ricami ispirati dalle famose ceramiche di Guido Gambone (artista napoletano).

L’inizio dopo la fine, ecco uno scatto rubato dei direttori creativi della Maison Valentino: Maria Grazia Chiuri e Pierpaolo Piccioli poco prima della sfilata, attenzione e concentrazione massima nella cura dei dettagli questa è l’eredità di Valentino che i due portano con grande eleganza sulle passerelle.


SHIATZY CHEN

Una sfilata è una piccola sinfonia, colori, atmosfere, look, che deve essere guidata e condotta da un’occhio attento. Ecco Shiatzy Chen che osserva e rimescola le carte delle “uscite”.


ALEXANDER MC QUEEN

L’invito-teaser di Alexander Mc Queen è essenziale (un po’ in controtendenza con la moda del marchio) e misterioso, un lontano galoppare.

Enormi fiori bianchi in uno spazio vuoto, AMQ è da sempre stato il più artsy dei designer, sempre in equilibrio fra scultura e couture, arte concettuale e silhouette. La passerella vuota, così come la vedete potrebbe tranquillamente essere una mostra alla Gagosian.

Scarpe che si arrampicano nel vuoto sorrette da tacchi plexi che scompaiono nella falcata.


MONCLER GAMME ROUGE

È il mare e la navigazione il tema principale della sfilata, grandi schermi circondano la passerella proiettando immagini di onde placide su mari trasparentissimi.

Quanti Giambattista Valli esistono nel mondo? Si direbbe uno, ma considerando la sua linea principale, la sua nuova linea Giamba e il lavoro per Moncler…ecco sembrano molti di più. La sua consueta elegante poeticità informa questi minidress floral con dettagli in seta rosso lacca.


MIU MIU

Continua il lavoro di Miu Miu con la serie di corti “Women’s tales” e a questo mondo cinematografico in miniatura strizza l’occhio l’invito-teaser alla sfilata: rumori scricchiolanti, ombre, lame di luce, buio in sala.

Dettagli in rapida successione: pelle, ricami, merletti, tartan, cinture, colletti…i 15 secondi di video di Instragram non bastano per raccontare la nuova collezione di Miuccia Prada.


 HERMES

Il tea nel deserto…sembra attingere alle atmosfere del film l’allestimento di Hérmes, sabbia sul pavimento, accuratamente spianata e pianeggiata da appositi addetti.

E al deserto e ai suoi colori e suggestioni si ispira la nuova collezione: l’arancio signature della maison ma anche le mille sfumature della sabbia, un vero e proprio trattato sul beige. Silhouette morbidissime, tessuti che si avvolgono come teli berberi.

È un misurato ed elegante Christophe Lemaire che saluta alla fine della sfilata raccogliendo i meritatissimi applausi, un saluto il suo alla maison per cui ha disegnato tante collezioni. Un arrivederci il nostro a un designer che di certo non mancherà di affascinarci ancora.