Andrea Incontri SS 2015

Andrea Incontri SS 2015

315

Photo:Giovanni Giannoni                Scroll down for english text.

Andrea Incontri SS15.

“Stardust”

Infinite galassie, iridescenti costellazioni che raccontano di mondi lontani, visioni psichedeliche e caleidoscopiche. In una parola: luce.

Luce che, come sprigionata da una miriade di pianeti, diventa energia pura e si trasforma in movimento quando si posa sui tessuti fluidi, freschi, leggeri. Quando cade sugli abiti disegnandone i contorni, in un costante equilibrio di contrapposizioni. La semplicità della silhouette cela infatti costruzioni complesse, le lunghezze maxi si alternano a misure super short: gioco sottile tra nudo e vestito. Tra cielo e terra.

Gli elementi naturali emanano bagliori sottoforma di evanescenti aloni: la luminosità attinge nuova linfa dalle ortensie immerse nell’aurora boreale, prende vita nelle applicazioni di pietre irisé e diamantate, e nei fiori che si espandono e si stendono su stampe grafiche all-over dal sapore postmoderno e futuristico.

Le forme, asciutte, essenziali, che si ripiegano su loro stesse creando capi ideali per il viaggio, sono l’involucro di un contenuto prezioso e inaspettato: nel perimetro delle linee rigorose e geometriche che vestono la donna come fazzoletti profilati, c’è il colore, c’è la materia.

Colori che, in un’esplosione vitaminica, vanno a comporre una palette cromatica unica e originale. A partire dai nomi, espressioni evocative come pandora, topazio, star, neon, sunrise, light, deep, scelte per descrivere tutte le sfumature, che vanno dal blu notte al violet, passando per il total black, rosso e oro.

Come i colori, anche le textures si mescolano, si sovrappongono, si giustappongono, a creare un armonioso contrasto. Quindi satin e charmeuse per gli abiti sensuali, viscosa stampata super light per la maglieria twin set, intarsi di lurex, e tessuti fil coupé a pois o lamé silver.

La camicia. Principio e conclusione di questo percorso, il capo classico per eccellenza attraversa la collezione diventandone il protagonista, moderno, fresco, inedito. Incarnazione di uno stile easy to wear e allo stesso tempo ricco di glamour, grazie al connubio di textures preziose, ma anche superlight e facili da piegare. Strutture decostruite, forme pure, materiali impalpabili: tutto esprime il concetto di assenza di gravità a cui ci si ispira. Brillante e luminosa come una stella che fluttua nello spazio, la camicia diventa un vero e proprio simbolo del lifestyle contemporaneo.

Protagonisti e leitmotiv della collezione il neoprene e la vernice, che si alternano e si combinano: ora nei tacchi a cilindro ravvivati da profili zig zag e divertenti motivi musicali e pop, ora nei sandali super flat che vestono la pelle a ritmo di oblò bombati, lasciando al nudo il compito di riempire il motivo magic dots che si viene a creare.

Accessori. Un mix inaspettato di stili: glamour e sporty s’incontrano qui per un look night and day, versatile e dai colori accesi, grafici, pieni. La spinta verso una costante ricerca e sperimentazione si conferma e si rinnova con le sacche xs e xxl Nova e Supernova, e con i modelli secchiello e zainetto Cassiopea ed Elysium. Borse che racchiudono i temi e i principi ispiratori della collezione: nella scelta innovativa di materiali come neoprene e vernice, nelle originali lavorazioni dal gusto ipercontemporaneo grazie all’utilizzo del tessuto schiumato. E ancora nelle forme e proporzioni originali, compatte, e nell’uso della luce che si riflette e rifrange attraverso file di pietre e meteoriti di minuteria oro della Venus bag, pura espressione di femminilità.



Stardust

Infinite galaxies, iridescent constellations that speak of distant worlds, psychedelic visions and kaleidoscopic explosions. In a word: light.

Light which, as if liberated by a myriad of planets like luminous points in space, becomes pure energy that transforms into motion when transposed to fluid, fresh, lightweight fabrics; when it falls on garments, defining their contours in a constant equilibrium of contrasts. Maxi lengths that leave the ankle exposed thus alternate with ultra minis in a subtle play of nude and clothed, of sky and earth.

Natural elements emanate their own glow in the form of evanescent halos, and the luminosity draws new energy from the hydrangeas immersed in the aurora borealis, taking life in the form of applications of irisé and diamond-cut stones with a thousand facets, and in the flowers that expand and extend across all-over graphics with a post-modern, futuristic attitude.

The spare, essential forms are the shell of a precious and unexpected content: along the perimeter of the rigorous and geometric lines that dress a woman like folded and profiled hankies, there is color, substance.

Colors which, in a fluid explosion of vitality, constitute a unique and original palette. Starting with the names, evocative expressions like Pandora, topaz, star, neon, sunrise, light and deep, chosen to describe all the nuances, which range from midnight blue and violet to total black, red and gold.

And like the colors, the textures are combined, overlapped and juxtaposed to create a harmonious contrast. Satin and charmeuse for sensual dresses, ultralight printed viscose for knit twin sets, lurex insets and fil coupé fabrics with polka-dots or silver lamé.

The protagonists and leitmotiv of the collection: neoprene and lacquer, alternated and combined in cylindrical heels enlivened by zig-zag profiles and playful pop music motifs, in super flat sandals dressed in leather with the rhythm of convex portholes, laying bare the magic dot motif thereby created.

The push toward constant research and experimentation is confirmed and renewed in the XS and XXL Nova and Supernova bags and the bucket and backpack models Cassiopea and Elysium. Bags that embody the themes and principles that inspired the collection, as evidenced in the innovative choice of materials like neoprene and lacquer, in the unique workmanship with a hyper-contemporary flair thanks to the use of foam fabrics, in the original, compact forms and proportions, and in the use of light that reflects and refracts through the rows of stones and meteorites of gold of the Venus bag, the purest expression of femininity.