Miranda July e Miu Miu

Miranda July e Miu Miu

367

di Michele Dotto

Miranda July e Miu Miu

Somebody, qualcuno…il nuovo capitolo di “Women’s Tales” il progetto di corti patrocinato da Miu Miu è un delicato e surreale corto di Miranda July.

Somebody è anche una vera app per iphone oltre ad essere la protagonista di questa storia, la comunicazione passa sempre più attraverso bit e sequenze infinite di “1 e 0”, impulsi elettrici eteroprodotti trasportano i nostri messaggi verso i loro destinatari. Si… certo questo accadeva anche con il vecchio telefono di casa, in cui la voce veniva scomposta e ricomposta attraverso il doppino telefonico, ma oggi più che mai sono gli sms/email/whatsapp/ a raccontare parte delle nostre vite che vi piaccia o no. Qui in “Somebody” le carte sono mischiate e rimischiate e poi sparpagliate…la domanda che muove il film (e l’app) è “se non puoi essere con qualcuno o non riesci a dire qualcosa a qualcuno…qualcuno (somebody) potrà esserci al posto tuo”.

E così vediamo i personaggi del corto recapitare messaggi a sconosciuti, interpretandoli con le direttive di chi li ha mandati…non fate quelle facce, è il mondo di Miranda July, strano, surreale ma anche sul reale, sulle nostre vite, una riflessione dolceamara sulla comunicazione o sull’incomunicabilità raccontata attraverso lo sguardo incantato di un’autrice che non ammette mezze misure “love her or leave her”.

Eccovi una bella intervista di Miranda sulla nascita del corto, dell’app e della collaborazione con Miu Miu.

[youtube width=”650″ height=”400″ video_id=”ZopG7zP0pa4″]