Il mistero della mente @ Catania

Il mistero della mente @ Catania

200

I grandi misteri del pensiero, delle emozioni, dell’empatia, dell’immaginazione: intorno alla mente umana si infittiscono le ricerche e la riflessione contemporanea. E cosa può giovare a far diradare le nebbie meglio dell’incontro tra discipline umanistiche e scientifiche?

Tale dialogo che si tesse dall’Inghilterra agli Stati Uniti fra neuroscienze, filosofia, retorica, narratologia, filosofia, etc., e al quale l’Italia partecipa col grande contributo sui neuroni specchio degli scienziati del gruppo di Rizzolatti a Parma, fa registrare un mutamento e arricchimento prospettico anche nell’ambito umanistico.

Il gruppo di ricerca del Progetto NeuroHumanitieStudies del Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università di Catania, diretto da Grazia Pulvirenti e Renata Gambino, organizza il Primo Dialogo Transdiciplinare Internazionale sul tema “Neuroestetica e Poetica Cognitiva”, che si terrà il 6 e il 7 giugno 2014 nella suggestiva cornice del Coro di Notte, presso il Monastero dei Benedettini.

L’evento, di grande prestigio, vedrà infatti protagonisti, oltre a studiosi di fama internazionale, il pioniere delle ricerche sulla neuroestetica, Semir Zeki, professore di neurobiologia alla UCL di Londra, e Michael Burke, specialista in retorica cognitiva dell’Università di Utrecht.

A Catania, dal 2011, il gruppo di ricerca NeuroHumanitieStudies dell’Università di Catania, grazie alla collaborazione tra studiosi di diverse discipline, ha promosso la creazione di un’innovativa piattaforma di ricerca sulla complessa questione del rapporto fra mente e arte allo snodo tra ricerca neurocognitiva e scienze umanistiche. (www.neurohumanitiestudies.eu).

Tutte le informazioni relative all’evento sono disponibili sul sito www.neurohumanitiestudies.eu , dove è anche possibile effettuare la registrazione per partecipare ai lavori.