Prada Women F/W 2014 collection

Prada Women F/W 2014 collection

366

Scroll down for english text.

Nella campagna Prada Autunno/Inverno 2014, scattata da Steven Meisel, un’architettura possente e geometrica fa da contrasto alla sensualità misteriosa e intrigante della bellezza argentina di Mica Arganaraz.

Fluttuanti stampe art déco e masse di shearling non lavorato si contrappongono al grigio modernismo di rotonde superfici in cemento e vetrate color acciaio che riflettono la natura circostante, mentre Mica Arganaraz, davanti e in posizione centrale, richiama imperiosamente l’attenzione.

Il volto della modella e il suo campo giochi di cemento condividono la stessa forza femminile, amplificata dagli scatti dal basso e dai giochi di prospettive di Meisel. Ciò nonostante, oltre alla potenza si percepisce anche dolcezza. Una sciarpa le ricade delicatamente intorno al collo, un pullover a maglia chevron le sfiora le cosce e le borse hanno la morbidezza della seta. La presenza di Karl Kolbitz al suo fianco infonde alle immagini una chimica sottile, alludendo a una storia umana. Gli scatti dedicati alle borse, raffiguranti Mica Arganaraz da sola, si concentrano sui contrasti di materiali e forme.

Modelli in pelle saffiano e coccodrillo sono appoggiati su un ruvido muro di cemento e lo avvolgono letteralmente con la loro morbidezza. Gli scatti di calzature e occhiali creano una nuova cornice per l’ambiente circostante e i primi piani cambiano la nostra percezione delle proporzioni e dimensioni. Come in un sottile duetto tra due protagonisti, tra luce e oscurità, durezza e sensualità, asprezza e ricercatezza, la campagna cattura lo spirito d’avanguardia e il racconto umano che sono al centro della nuova collezione.

Il video della campagna sarà presto presentato su prada.com.


Powerful geometric architecture contrasts with the smoky sensuality of Argentinian beauty Mica Arganaraz in Prada’s fall/winter 2014 womenswear campaign, shot by Steven Meisel. Undulating art-deco prints and a mass of raw shearling contrast the grey modernism – concrete curves and steel-grey windowpanes reflecting the surrounding nature – while front and centre Arganaraz commands attention.

There is a feminine strength shared by Arganaraz, the face of the season, and her concrete playground, amplified by Meisel’s low angles and play of perspective. Yet there is softness as well as power. Around her neck a scarf flows, chevron knitwear slouches at her thigh and bags are supple as silk. The presence of Karl Kolbitz at Arganaraz’s side infuses the pictures with a subtle chemistry, and hints at a human story.

The bag campaign captures Arganaraz alone, and zooms in on contrasts of texture and form. Exquisite saffiano leather and crocodile rest on a rough concrete wall, literally enveloping it with softness. Shoe and eyewear shots reframe the surroundings, close-ups shifting our perception of proportion and scale. A subtle duet between two protagonists, between light and dark, tough and sensuous, stark and ornate, the campaign captures the avant-garde spirit and human storytelling at the heart of the new collection.

A video of the campaign will be unveiled soon on prada.com.