Le Giornate Internazionali di Studio dedicate ai Musei Letterari e di Musicisti e Case Memoria a Palermo e Trapani, il 6 e 7 maggio.

Le Giornate Internazionali di Studio dedicate ai Musei Letterari e di Musicisti e Case Memoria a Palermo e Trapani, il 6 e 7 maggio.

1055

 


Si terranno tra Palermo e Trapani, il 6 e 7 maggio, le Giornate Internazionali di Studio dedicate ai Musei Letterari e di Musicisti e Case Memoria. L’evento, ad opera di ICOM Italia – Coordinamento Regionale Sicilia, curato dalla responsabile, dottoressa Valeria Patrizia Li Vigni, si svolgerà in alcuni dei luoghi più suggestivi e prestigiosi dei due centri siciliani. Venerdì 6 maggio la prima sessione, ospitata in mattinata all’Assemblea Regionale Siciliana, per poi spostarsi nel pomeriggio presso la Fondazione Whitaker. Il 7 è quindi prevista una visita a Mozia, guidata dall’archeologo Lorenzo Nigro. La giornata si concluderà al Museo Interdisciplinare Regionale “A. Pepoli” di Trapani.

Nel corso della prima giornata, dedicata ai musei europei, e che verrà inaugurata dall’On. Baldo Gucciardi, Deputato Questore dell’ARS, è in programma la visita guidata della Cappella Palatina. Alla due giorni di lavori saranno presenti personalità del mondo culturale e accademico, i rappresentanti dei musei letterari regionali, nazionali ed europei, i responsabili direttori, presidenti, coordinatori, operatori culturali dei musei siciliani, delle case della memoria e dei parchi letterari. “Il Coordinamento Regionale di Icom Sicilia – spiega la dottoressa Li Vigni – ha inteso realizzare un Incontro, Convegno e Giornata internazionale – al fine di sviluppare un sistema di reti di collegamento tra i musei letterari russi e i nostri musei letterari e di musicisti, Case della Memoria, Università, Comuni, Provincie Regionali, Associazioni, Fondazioni, Centri culturali e così via -, che sia propedeutico all’istituzione di un’apposita Rete per permettere a questi istituti di instaurare forti spinte di dialogo tra le realtà museali siciliane e quelle internazionali.” Quale l’importanza odierna dei musei, lo spiega ancora Valeria Li Vigni: “L’obiettivo del Coordinamento Regionale di ICOM Sicilia è quello di sviluppare il concetto che i Musei e le nostre realtà culturali diventino sempre più il punto di riferimento della nostra società, certi che il recupero della memoria e del nostro genius loci si realizza al meglio attraverso le attività dei nostri Musei. Questi, quindi, devono fornire un valido contributo culturale a chi ama la letteratura, la storia, la pittura, l’arte, la tecnologia, l’archeologia, la scienza e la tecnica, denominatore comune all’approfondimento di tutte le discipline”. Previsti, tra gli altri, gli interventi delle autorità della Regione Sicilia; del Presidente e del Segretario nazionale di ICOM italia; di Adriano Rigoli, Presidente dell’Associazione Case della Memoria; la partecipazione del Consolato Generale della Federazione Russa a Palermo e i rappresentanti della Rete dei Musei russi, tra i quali Galina Alekseeva del Museo Tolstoj. Si prevede inoltre la presenza dello scrittore, storico e archeologo prof. Valerio Massimo Manfredi. I lavori saranno introdotti, oltre che da Valeria Li Vigni, dall’Assessore Regionale BB.CC. e dell’Identità Siciliana, prof. Sebastiano Missineo, e il Dirigente Generale del Dipartimento Regionale dei BB.CC. e dell’Identità Siciliana, dott. Gesualdo Campo. L’incontro è patrocinato da: ICOM Italia, Provincia Regionale di Trapani, Amici del Museo “A. Pepoli” di Trapani, Fondazione Whitaker di Palermo, Banca Don Rizzo, Fondazione Sambuca, e in collaborazione con International Commitee for Literary Museums, rappresentata in Italia da Maria Gregorio. L’organizzazione logistica è a cura della Biba Congressi di Palermo