Prada Spring Summer 2014

Prada Spring Summer 2014

193

Anche se la parola rivoluzione ha perso il suo significato originale, soprattutto nei quartieri alti della moda, tuttavia la costruzione stilistica di Miuccia Prada per la collezione primavera-estate 2014 non può essere letta se non all’insegna di una rivolta verso ciò che rientra nelle aspettative del visibile. Dalle macro stampe di volti femminili incoronati da pudiche brassiere incastonate da pietre multicolor, all’alternanza “dessus/dessous” in una spavalda ostentazione di non curanza, agli scaldamuscoli con nappine e passamanerie travestite da calzettoni da football. Dappertutto è un approdo a nuove textures e a materiali inediti. Tutto ciò in nome dell’arte anche quella di strada che serve a giustificare quello che non vuole essere più originario.