Cappelli/Hats/Gioielli/Jewels/Ventagli/Fans alla Galleria Agorà di Palermo

Fashion

Cappelli/Hats/Gioielli/Jewels/Ventagli/Fans alla Galleria Agorà di Palermo

760

 Venerdì 12 Luglio alle ore 19,00, presso la Galleria Agorà in via XII Gennaio n°2 – 90141 Palermo, sarà inaugurata la mostra “Cappelli/Hats/Gioielli/Jewels/Ventagli/Fans” che durerà fino al 30 Luglio 2013. L’esposizione comprende gli elaborati degli allievi del corso di Progettazione della moda dell’Accademia di Belle Arti di Palermo, svolti durante i laboratori extracurriculari d’arti applicate AteLab ed AuriFaber, volti all’avviamento dei futuri designer nei settori della moda e dell’ornamento, a cura dei docenti Sergio Pausig e Vittorio Ugo Vicari.

 

Per descrivere il progetto della mostra mi affido alle parole di quest’ultimo:

 

<< La missione primaria di una scuola accademica di progettazione artistica per l’impresa è, sin dalle sperimentazioni inglesi e viennesi di fn de siècle, la conduzione del giovane artista verso l’industrial design in rapporto sodale con l’imprenditoria e col mercato. Nulla saremmo senza quella lezione esemplare e nulla siamo se e quando il nostro insegnamento ristagna nello spazio teorico o in una prassi scolastica distaccata dall’universo aziendale. Non stupisca dunque di vedere all’opera e in mostra allievi sin dal primo anno accademico, cimentarsi in prototipi di gioielli ed ornamenti dell’abito, quando ancora i tratti sono acerbi ed è avvertita a stento un’intenzione d’arte. Perché noi si gioca una diversa partita volta all’educazione della tecnica e della maniera sì ma, di più, all’incubazione professionale ed al contributo che lo stilismo ancora oggi è tenuto a dare nel processo, mai troppo bastevole, di “qualificazione estetica dell’industria”. Ben inteso: la didattica è ancora lunga ed i frutti del lavoro qui svolto dovranno maturare lungamente perché possano dirsi opera compiuta. Ma non è forse il metodo di trovare la via più importante della via stessa? La mostra che visitate è tra i loro esiti iniziali e non l’unico. Un secondo gruppo di opere sintetizza e in certo senso conclude un lungo iter progettuale che il corso di Progettazione della moda dell’Accademia di Belle Arti di Palermo ha seguito negli anni passati e che ha avuto ad oggetto il cappello da prete. Esso intercetta una questione fondamentale per la storia del fashion design del Novecento: l’incontro tra stilismo e fede cattolica l’8 novembre 1957, quando Pio XII ricevette centocinquanta rappresentanti della moda internazionale a Castel Gandolfo, in seno al I Congresso internazionale di alta moda promosso dalla “Unione latina Alta Moda”. Un dibattito avvertito fortemente in quel periodo, che negli ambienti romani aveva già dato i suoi frutti sperimentali due anni prima, nel 1955-56, quando le sorelle Fontana disegnarono per Ava Gardner un modello, il “pretino”, che produsse un effetto magnificamente distorsivo sull’immaginario maschile. Magnificamente distorsivo come solo l’incontro tra moralità e moda può produrre, tanto che Federico Fellini ne fece un’icona erotica pressoché intramontabile ne La dolce vita (1960), indosso a Anita Ekberg. La rifessione sul cappello da prete qui condotta, s’interseca con ulteriori accenti che potremmo dire a diverso titolo “barocchi”, se all’aggettivo accostiamo l’esornatività del sogno, del progetto visionario, nell’intimo del proprio io come nella estensione urbana che alcuni allievi vanno tentando. Una terza e conclusiva sezione è dedicata agli esiti di ulteriori esperienze condotte da un gruppo di studenti per il recente concorso Il Ventaglio del Presidente, VIII ed. 2013, organizzato dall’Associazione Stampa Parlamentare, in collaborazione con l’Accademia di Belle Arti di Roma. Sono qui presentati alcuni degli elaborati messi a concorso in un ideale omaggio a Palermo ed a Santa Rosalia, vista l’attualità capitolina del tema a suo tempo scelto da Pausig: l’opera di Ettore De Maria Bergler e di Giuseppe Damiani Almeyda.>>

 

CAPPELLI/HATS

Corso di Design dell’Accessorio

Manuela Alaimo, Chiara Albini, Rita Andolina, Marta Alessi, Algeri Alessia, Alice Cammarata,Elena Cammarata, Ambrogio Barraco, Claudia Castellino, Lorella Conigliaro, Maria Grazia Costantino, Stefania Corstese, Claudia Di Grazia, Nadia Di Pace, Roberta Failla, Francesca Ferrara, Antonella Ferrocane, Giulio Gagliano, Laura Garofalo, Deborah La Mattina, Lucia Maria Lombardo, Riccardo Imperatore, Rosangela Marciano’, Elisabetta Marsana, Marzia Montesanto, Lavinia Napoli, Parfenii Irina, Giorgia Prestigiacomo, Claudia Pulizzotto, Alessandra Randazzo, Marinella Ruggieri, Vittoria Savarino, Alessandra Stabile, Clelia Strazzeri, Ilaria Torino, Antonella Urso, Giulia Valenti, Mario Venuto, Silvia Zambianchi, Salvatore Carpitella.

 

GIOIELLI/JEWELS

Corso di Design del Gioiello

Maria Alessandra Arata, Jessica Balistreri, Angela Barbiera, Beatrice Bondì, Martina Bonomo,Lavinia Bruno, Johana Casamento, Amelia Cippone, Giuseppe Cuomo,Carla Di Maio, Riccardo Di Maio, Maria Cristina Falsone, Fabio Guardino, Marzia Li Puma, Giorgio Macaluso, Valentina Magro, Marisa Messina,Beatrice Panni,Mattia Piazza,Carola Provenzano, Daniele Richichi, Michela Ritano, Lidania Russo, Federica Sabatino,Giovanni Siino,Rosalba Spagnolo, Natalì Vitale.

 

VENTAGLI/FANS

Atelab Laboratorio Extracurricolare, Jessica Balistreri, Beatrice Bondì, Giuseppe Cuomo, Giorgio Macaluso,Valentina Magro.

L’allestimento e il progetto editoriale sono a cura di: Arch. Stefania Giacchino, Prof. Sergio Pausig.

Info:

http://progettazionedellamoda.jimdo.com/

http://atelab.jimdo.com/

Comments are off this post!