Antonio Grimaldi A/W 2014-15

Antonio Grimaldi A/W 2014-15

453

Una sala dove rivivono le magiche atmosfere dell’Impero Ottomano: un prezioso tappeto in damasco dorato circondato da un’antica boiserie in legno. Nell’ambiente risuona la meravigliosa melodia del menestrello turco Veysel, mescolata ai rumori e alle voci dell’antica Costantinopoli. La collezione Prêt à Porter Autunno Inverno 2014/15 di Antonio Grimaldi è un omaggio alla maestosa Istanbul: la metropoli capitale dei grandi imperi dell’antichità, da sempre crocevia di culture e religioni. La moschea di Santa Sofia – luogo dal fascino unico, dove le icone cristiane convivono con quelle musulmane – e le ceramiche dell’Harem del Palazzo reale sono le suggestioni che prendono vita nelle stampe degli abiti in crepe-cady, mentre il ricamo a filo si ispira alla lavorazione artigianale dei tappeti e degli arazzi del Grande Bazar. Una ricchezza dei tessuti che torna nei broccati e nella pelle intarsiata, ma soprattutto nel tailleur o nel cappottino reversibile 100% cammello, dall’interno stampato. Le gonne – mini o sotto il ginocchio – sono strette,  svasate e asimmetriche; i pantaloni sono ad anfora, con grandi pinces e stretti alla caviglia. Le giacche in damasco, piccole e corte, disegnano il corpo. Abiti maxi t-shirt si indossano con borse e lunghe sciarpe in pelliccia. Le calze sono dipinte a mano e sfumano fino a scurire le caviglie. I nastri di georgettes e micro paillettes si abbinano al damasco o al pizzo chantilly per il cocktail. Le geometrie dei ricami in cristallo riecheggiano le corazze dell’Armata Ottomana, come le pietre dure e i castoni che arricchiscono la paillette metallica. Collane, anelli e orecchini in pietra nera sono sagome neutre che suggeriscono dove indossare i veri gioielli. Il capo-icona della collezione è la felpa: ricamata con il cuore sacro simbolo della maison, impreziosita con pizzi, cristalli e intarsi in neoprene diventa un capo elegante da indossare come over sugli abiti. La donna di Antonio Grimaldi è al tempo stesso un’antica guerriera e una figura quasi ieratica: preziose cuffie ricamate con cristalli e specchi le incorniciano la testa e amplissimi abiti a ruota in chiffon, reti e pizzi fluttuano nell’aria con la leggerezza tipica dello stilista, disegnando il punto vita con cintine ricamate di cristallo nero.

www.antoniogrimaldi.it