2-10 febbraio CONVERGENZE # 2 BUONGIORNO BLINKY Serata inaugurale sabato 2 febbraio ore 18.30 Cantieri Culturali alla Zisa – via Paolo Gili, 4

Fashion

2-10 febbraio CONVERGENZE # 2 BUONGIORNO BLINKY Serata inaugurale sabato 2 febbraio ore 18.30 Cantieri Culturali alla Zisa – via Paolo Gili, 4

1566

 

Una passeggiata alla scoperta dei Cantieri Culturali alla Zisa, attraverso un percorso che si articola tra opere d’arte appositamente realizzate da dieci artisti francesi, dopo un periodo di sopralluoghi e residenze: “Buongiorno Blinky”, che si inaugura sabato 2 febbraio alle 18,30, è una possibilità inedita per scoprire un luogo oggi centrale nel progetto di rinascita della città, emblema di una idea di recupero che vuole puntare su cultura, creatività, incontro. Il progetto “Buongiorno Blinky”, nato da un’idea di uno degli artisti borsisti di Villa Medici, Emmanuel Van der Meulen, è organizzato dall’Institut français di Palermo insieme con l’Accademia di Francia a Roma – Villa Medici, il Comune di Palermo e ZAC_Zisa Zona Arti Contemporanee e vede il coinvolgimento di Philippe Adam, Katinka Bock, Bérangère Chargé, Clément Cogitore, Fanette Mellier, Laurent Montaron, Camila Oliveira Fairclough, Manon Recordon, Olivier Vadrot, Emmanuel Van der Meulen. Saranno questi gli artisti che “ridisegneranno” la mappa dei Cantieri, offrendo al pubblico la possibilità di conoscere meglio questi spazi – alcuni già recuperati, altri ancora da risistemare – per mezzo delle loro stesse opere, mediante un percorso che si snoda attraverso i Cantieri.

I dieci artisti di Villa Medici hanno scelto di intervenire su questi non-luoghi, tra vuoto e pieno, tra aratura e semina, tra centro e periferia. Le opere e installazioni realizzate in situ saranno visibili (o potranno essere ascoltate) in diversi spazi: da ZAC, il nuovo spazio per le arti contemporanee del Comune di Palermo, da dove inizia il percorso, passando per lo Spazio Zero, la Sala De Seta, la Grande Vasca, la Galleria Bianca, ma anche altri spazi “abbandonati” dei Cantieri e generalmente non conosciuti.

La relazione con chi già “abita” ai Cantieri è centrale nel progetto: vuol essere principalmente un’esperienza condivisa, un incontro con la città e i suoi abitanti, con gli studenti dell’Accademia di Belle Arti che verranno coinvolti direttamente, attraverso una serie di appuntamenti e iniziative condivise.

Gli artisti francesi incontreranno il pubblico all’interno della sezione Transiti organizzati da ZAC, il 2 febbraio alle 17,30. Alcune delle opere realizzate in situ rimarranno esposte e visibili fino al 10 febbraio, altre andranno all’interno di ZAC insieme ai lavori degli altri artisti siciliani.

I giovani registi Daniele Fabrizi, Dario Guarneri, Ruben Monterosso, seguiranno gli artisti di Villa Medici durante la fase di preparazione delle opere, per realizzare un racconto per immagini della manifestazione.

Il nume tutelare di questo progetto palermitano è l’artista tedesco Blinky Palermo, pittore tedesco tra i più affermati, un tempo studente dell’Accademia di Düsseldorf, che un giorno ribattezzò Peter Heisterkamp – nato Peter Schwarze – con il nome di un malavitoso, noto nel mondo della boxe. Un soprannome che lui, poi, adottò e mantenne per tutta la vita. Per questo, oggi, è conosciuto come Blinky Palermo, pittore tedesco, scelto non tanto per via dell’omonimia di circostanza, quanto per mettere in pratica una certa concezione dell’arte. La figura, oggi leggendaria, di Blinky Palermo sembra infatti essere in linea con lo spirito del luogo, i Cantieri, un luogo in costruzione- o, meglio- in ricostruzione.

Questo “buongiorno” è dunque davvero un risveglio, e comunica il desiderio di alcuni artisti francesi di lavorare nell’Italia di oggi, e in questo particolare caso, di scoprire insieme la città.

 

www.palermocultura.it

Comments are off this post!