#FourMoreYears

Fashion

#FourMoreYears

473

E’ l’hastag più retweettato della storia di Twitter. Altri quattro anni per continuare ad essere partecipi del sogno americano in versione 2.0. L’effetto social del President più famoso nell’era del web continua la sua onda travolgente e nonostante le perplessità chomnskiane lascia al tappeto il Mitt antieuropeista. L’election day velocissimo e preciso lascia il pubblico italiano inebetito davanti alle prospettive ottimiste dell’incarnazione dell’American Dream. Obama sintetizza il cambiamento dei tempi nel ” l’America non è famosa per il più grande esercito del pianeta ma per le migliori università“. La Silicon Valley come polmone verde della new economy farà la differenza e tutto il resto è passato compresa la grande crisi economica. E il volto unitario di un presidente che vuole riconoscersi in tutti al di sopra della razza o dell’appartenenza, continua a far girare il volano di HOPE come nel 2008. Il lato umano della “Obama Family” ha continuato definitivamente a conquistare il mondo. La sfida del format declinato nel più hipster dei social, Tumblr, regala la dimensione del vintage in comunicazione politica e Michelle conquista tra le apple pie e gli abiti di Tracy Reese o Vera Wang l’olimpo delle first Lady. Lei che abilmente si destreggia su Pinterst (pinterest.com/michelleobama/) mentre il neo Presidente si anima tra i post di Tumblr e chiede agli addicted della rete “Stop looking at Cats online e go Vote”. Una bella storia che purtroppo noi non riusciamo più a raccontare conclusasi con un abbraccio che farà la storia. E seppur qualcuno storcerà il naso #FourMoreYears è già partito tra i retweet.

 

lookup

 

lookup

 

Comments are off this post!