BOTTEGA VENETA FW18 IN NEW YORK

BOTTEGA VENETA FW18 IN NEW YORK

644

From Milan to Manhattan. Bottega Veneta presents the Fall / Winter 2018 women’s and men’s collections in New York, exclusively for this season, to celebrate the opening of the new Maison at 740 Madison Avenue. With its distinctive motto “When your own initials are enough”, Bottega Veneta has always celebrated a fair individuality. A message that becomes even more relevant if in homage to the spirit of the inhabitants of New York, free to express themselves with pride in a city that has already seen everything. “New Yorkers express unique courage and boldness,” says Tomas Maier, “nothing can stop them. Nothing seems impossible to them “.

For women, this translates into a wardrobe full of textures unexpected and with a vast palette of unique colors. Completing the look are the low heel boots, and a bag that is at the at the same time a handmade masterpiece and an essential piece, the Palio Fringe Tote. For humans, it translates into sophisticated eccentricity of shirts with animal print, in tailored garments with harlequin pattern and in socks with motifs irreverent, worn with corduroy suede moccasins in jewel tones.
The collection explores the various facets of life in New York, including the indispensable escapes from the intense swirl of city ​​activities directed towards the countryside or the serenity of one’s own home. “I had the lifestyle in town in mind,” he explains Maier, “we move from one extreme to another, from hyperactivity to almost total solitude.” The Fall / Winter collection includes garments that have been designed to be worn in the tranquility of an exquisitely furnished apartment – complete silk pajamas with flowers both for him and her, evening dresses with an impalpable softness, perfect for parties but also evenings more relaxed.
The contrasts also characterize the set of the show, which combines two different elements, recreating its own inner world.
In this case, it is the combination of New York and Italy, a Brutalist background comes to life thanks to design elements Italian, both with iconic vintage pieces and items from the Bottega Veneta Furniture collection. This eclectic mix evokes the new Maison in New York, designed to be as welcoming as a real home. “La Maison takes inspiration from city ​​in which it is located, but is decorated with products made in Italy and pieces of Italian art, “explains Maier. “The concept of origin it is fundamental in the Bottega Veneta universe: the brand comes from a space, a specific place that tells a story. I wanted to bring this idea into our new store “.

The overall vision of the collection is closely connected with the architecture – Tomas Maier’s long-standing passion and distinctive element of the brand – drawing inspiration from the iconic and avant-garde structures that are unmistakably New Yorkers. It is from here that Maier takes up the detail of the cube, as a common motif to both the men’s and women’s collections. “It’s like a brick,” explains Maier. “We use it to build the foundations“.
The perfect linear geometry is used to create graphic patterns with surreal perspectives in motion. For the woman is reflected in the rich colored inlays of silk dresses, seductive coats in shearling and iconic bags such as Lauren 1980 and Knot Clutch. Also used in women’s jewelry, the cube transforms earrings, rings and bracelets in fine miniature sculptures. For men there are inlay motifs with bright colors on gray and cashmere crewneck sweaters on jackets with precise structured lines. The cube is an evolution of the Intrecciato Checker square introduced last Spring / Summer and which continues in this Autumn winter. The new women’s bag of the season, a drum-shaped tote called The Tambura, is proposed in a variety of checker processes including the Intrecciato Abstract and the Paisley Checker.

The totes Checker men’s spring braided, are reworked for fall in bolder colors. The autumn bag more interesting for the man, however, it is made of solid nappa. The MI-NY is a duffle with shoulder strap by the skilful and innate functionality, making it the perfect travel bag. The architectural strength of the cube is balanced with discretion: Maier translates the shimmer of the skyline with a delicate one silver chain embroidery that recreates a sophisticated trompe l’oeil effect. At first sight it seems to be a punctuation or a checkered fantasy on tailored jackets, while conferring a fleeting glimmer to the dark Scottish coats. “Is an aspect typical of Bottega Veneta “, says Maier. “You must necessarily approach the product to find out and fully appreciate it“.


Bottega Veneta presenta le collezioni Autunno/Inverno 2018 donna e uomo a New York, esclusivamente per questa stagione, per celebrare l’apertura della nuova Maison al 740 di Madison Avenue. Con il suo motto distintivo “When your own initials are enough”, Bottega Veneta celebra da sempre una fiera individualità. Un messaggio che diventa ancora più rilevante se in omaggio allo spirito degli abitanti di New York, liberi di esprimersi con fierezza in una città che ha già visto tutto. “I newyorkesi esprimono un coraggio ed un’audacia unici”, afferma Tomas Maier, “niente li può fermare. Nulla sembra loro impossibile”.

Per la donna, questo si traduce in un guardaroba ricco di trame inaspettate e dalla vasta palette di colori unici. Completano il look gli stivali dal tacco rasoterra, ed una borsa che è allo stesso tempo un capolavoro artigianale ed un pezzo essenziale, la Palio Fringe Tote. Per l’uomo, si traduce nella sofisticata eccentricità delle camicie con stampa animalier, nei capi sartoriali con motivo a quadri arlecchino e nei calzini dai motivi irriverenti, indossati con mocassini in pelle scamosciata corduroy in tonalità gioiello. La collezione esplora le varie sfaccettature della vita a New York., incluse le indispensabili fughe dall’ intenso turbinio di attività cittadine rivolte verso la campagna o la serenità della propria casa. “Avevo in mente lo stile di vita in città”, spiega Maier, “si passa da un estremo all’altro, dall’ iperattività alla quasi totale solitudine.”

La collezione Autunno/Inverno include capi che sono stati concepiti per essere indossati nella tranquillità di un appartamento squisitamente arredato – completi pigiama di seta a fiori sia per lui che per lei, vestiti da sera dalla morbidezza impalpabile, perfetti per i party ma anche serate più rilassate. I contrasti caratterizzano anche il set della sfilata, che combina due elementi diversi, ricreando un proprio mondo interiore. In questo caso, è la combinazione di New York e dell’Italia, uno sfondo Brutalista prende vita grazie a elementi del design italiano, sia con iconici pezzi vintage che articoli della collezione Furniture di Bottega Veneta.

Questo mix eclettico evoca la nuova Maison di New York, disegnata per essere accogliente quanto una vera casa. “La Maison prende ispirazione dalla città in cui si trova, ma è decorata con prodotti realizzati in Italia e pezzi d’arte italiana”, spiega Maier. “Il concetto dell’origine è fondamentale nell’universo di Bottega Veneta: il brand viene da uno spazio, un posto specifico, che racconta una storia. Volevo portare quest’idea nel nostro nuovo store”. La visione complessiva della collezione è strettamente connessa con l’architettura – passione di lunga data di Tomas Maier ed elemento distintivo del brand – traendo ispirazione dalle strutture iconiche e d’avanguardia che sono inconfondibilmente newyorkesi. È da qui che Maier riprende il dettaglio del cubo, come motivo comune ad entrambe le collezioni uomo e donna. “E’ come un mattone”, spiega Maier. “Lo utilizziamo per costruire le fondamenta”. La perfetta linearità della forma geometrica è utilizzata per creare motivi grafici con surreali prospettive in movimento. Per la donna, si rispecchia nei ricchi intarsi colorati dei vestiti di seta, nei seducenti cappotti in shearling e nelle borse iconiche quali la Lauren 1980 e la Knot Clutch. Utilizzato anche nei gioielli da donna, il cubo trasforma orecchini, anelli e bracciali in fini sculture in miniatura. Per l’uomo ci sono motivi ad intarsio dai colori brillanti su maglioni girocollo in cashmere grigio e su giacche con precise linee strutturate.Il cubo è un’evoluzione del quadrato Intrecciato Checker introdotto la scorsa Primavera / Estate e che prosegue in questo Autunno / Inverno. La nuova borsa femminile della stagione, una tote con cerniera a forma di tamburo chiamata The Tambura, è proposta in una varietà di lavorazioni checker fra cui l’ Intrecciato Abstract ed il Paisley Checker. Le totes Intrecciato Checker da uomo della primavera, vengono rielaborate per l’autunno in colori più audaci. La borsa autunnale più interessante per l’uomo, tuttavia, è realizzata in solida nappa. La MI-NY è una duffle con tracolla dalla sapiente ed innata funzionalità, che la rendono la borsa da viaggio perfetta. La forza architettonica del cubo è bilanciato con la discrezione: Maier traduce il luccichio dello skyline con un delicato ricamo argentato a catena che ricrea un sofisticato effetto trompe l’oeil. A primo impatto sembra essere un’impuntura o una fantasia a quadri sulle giacche sartoriali, mentre conferisce un luccichio sfuggente agli scuri cappotti scozzesi. “è un aspetto tipico di Bottega Veneta”, dice Maier. “devi necessariamente avvicinarti al prodotto per scoprirlo ed apprezzarlo a pieno”.