Lumache al Gorgonzola – Intervista doppia a due food blogger

Lumache al Gorgonzola – Intervista doppia a due food blogger

572

 

Intervista doppia a cura di Barbara Lechiancole  due food blogger, entrambe siciliane, entrambe mamme che lavorano. 

Pensate che abbiano molto in comune? Niente di più sbagliato.

Luna autrice del blog I Pasticci di Luna vs. Fabiola del blog Olio e aceto .

 

 

Ma non siete troppi foodblogger? Non sarebbe meglio avere un idraulic- blog?


Luna: ma anche un doctor-blog, per quanto costano!

Fabiola: si troppi, ma pochi buoni. Si, sarebbe utile oltre lʼidraulic anche il falegname

 

  

Qual’è il cibo che detesti?


Luna: le lumache

Fabiola: il gorgonzola

 

 

Cosa ti piace maggiormente del blog dell’altra?


Luna: la cura della grafica e dei particolari nelle foto.

Fabiola: la schiettezza con cui scrive.

 

 

Il tuo punto di forza?


Luna: qualcuno mi trova meticolosa, qualcunʼaltro trova che io scriva bene… io penso che sia quello di sapere (quasi) sempre cosa dire e come dirlo.

Fabiola: le ricette semplici e veloci

 

 

Il punto debole dell’altra?


Luna: è di poche parole.

Fabiola: non valorizza molto i suoi piatti nelle foto

 

 

Ci dai una ricetta infallibile? 


Luna: certo! Un primo piatto infallibile… Pasta di semola di grano duro ai sapori di Sicilia


farfalledisemola-ipasticcidiluna


2 spicchi d’aglio

una tazza di capperi di Salina sotto sale

10 pomodori secchi sott’olio

10 olive nere

4 acciughe

pomodori freschi a dadini

olio extravergine di oliva (anche un pò dell’olio dei pomodori secchi)

sale

peperoncino rosso piccante

patè di pomodori secchi (io lo faccio in casa)

 

La sera prima di utilizzarli, dissalare i capperi lavandoli con abbondante acqua fresca e poi lasciarli in ammollo fino all’indomani, quando dovrete sciacquarli ancora.

Il condimento va preparato in una grande padella antiaderente. Far imbiondire l’aglio nell’olio extravergine di oliva più qualche cucchiaio dell’olio dei pomodori secchi, e schiacciarlo con la forchetta. Aggiungere i pomodori secchi tagliati a pezzettini, i capperi strizzati, le olive disossate e le acciughe diliscate.

Fare insaporire ed aggiungere i pomodori tagliati a cubetti, salare e pepare. Far cuocere a fuoco vivace per circa 5 minuti.

Cuocere la pasta in abbondante acqua salata, ci vorranno pochi minuti perchè le farfalle sono sottili, quindi dal momento che salgono a galla, iniziate a controllarne la cottura e condirle con il sughetto preparato.

 

 

 

Fabiola: Certo. Le Arancine 


arancini al_burro


• 1 Kg di riso Arborio

• 2 L di acqua

• 1 dado vegetale

• Sale

• 1 bustina di zafferano

• Una manciata di parmigiano

• Noce moscata

• Besciamella

• Mortadella a cubetti q.b.

• Emmenthal a cubetti q.b.

• Burro a cubetti q.b.

• Mozzarella a cubetti q.b.

• Pan grattato

• Acqua q.b.

• Farina q.b.

• Olio per friggere

 

Portate a bollore l’acqua con il sale, lo zafferano, il dado e la noce moscata, cuocete il riso, se serve aggiustate di sale, appena tutta l’acqua di cottura si è asciugata, scolate e mettete a raffreddare, appena è quasi freddo unite il parmigiano e mescolate. Nel frattempo preparate la besciamella e lasciatela raffreddare completamente. A parte unite in una ciotola la mortadella, la mozzarella, emmenthal ed il burro a cubetti, aggiungete la besciamella mescolate, cominciate a formare gli arancini, con il riso ormai freddo fate uno strato sottile sul palmo della mano ricavando un incavo al centro, mettete una noce di condimento e richiudete delicatamente, dando una forma allungata nelle punte, continuate affinché non avete formato tutti gli arancini. A questo punto preparate la lega, unendo in una ciotola acqua, farina e sale, mescolate affinché non ci siano grumi, le lega deve risultare molto densa. A parte mettete in una ciotola il pan grattato con un pizzico di sale.

Passate gli arancini, prima nella lega e poi nel pangrattato, cercando di compattarle con le mani, friggete in olio bollente e servite calde.

 

 

Se dico libri, giornali e televisione. E’ questo il tuo futuro?


Luna: forse libri e giornali mi piacerebbe come esperienza, mentre televisione penso di no. Il mio futuro credo sia un altro. 

Fabiola: no non vedo nel mio futuro queste cose, ma se ci dovessero essere perchè no

 

 

Un trucco che hai imparato dal bloggare?


Luna: se parliamo di cucina i trucchi che ho imparato sono molteplici, mentre nel bloggare in sè, direi che ho imparato presto a proteggere le mie foto con i watermark

Fabiola: se la domanda è riferita al mondo dei food blogger la mia risposta è: fidarsi poco dalle blogger troppo amiche

 

 

che hai mangiato ieri sera?


Luna: sei fortunata a non avermi beccata con una pizza comprata! Hahaha dunque ieri sera ho mangiato pollo al miele e limone.

Fabiola: melanzane al forno.

 

 

Ma dietro delle belle foto si nasconde anche il buon cibo?


Luna: sempre! Anche perchè alla base di tutto cerco sempre di cucinare in modo più sano possibile.

Fabiola: sempre, prima la buona cucina poi l’aspetto esteriore

 

 

Ma voi siete amiche davvero?


Luna: amiche! E con un’amicizia nata attraverso il blog che ci ha anche permesso di conoscerci di persona!

Fabiola: Si, ed abbiamo avuto la fortuna di conoscerci e di capire come siamo fatte.

 

 

Salutatevi e salutateci


Luna: Ciao Fabì, aspetto ancora il tuo invito a cena! e ciao a tutti!

Fabiola: La porta di casa mia è sempre aperta. Ciao!