The Blonde Salad 5 years Party

The Blonde Salad 5 years Party

276

photos from BFA.com

The Blonde Salad 5 years Party

L’occasione è celebrare con amici e il suo team i 5 anni dal lancio di theblondesalad.com. Per Chiara potrebbe andar bene il motto “love it or leave it” (amalo o lascialo), e questo perché il successo vuoi o non vuoi lascia sempre degli interrogativi aperti, alcuni non amano il suo stile e altri lo adorano, alcuni amano (e acquistano cosa più importante per un brand) e altri odiano la sua linea di scarpe, alcuni semplicemente non sopportano il successo.

Quello che nessuno può negare è l’impegno per riuscire e il fatto che la TBS crew sia sempre in prima fila, è chiaro che è Chiara il capitano della nave “Blonde Salad” e senza di lei tutto questo non potrebbe esistere ma è altrettanto vero – e cosa più importante è lei stessa a rimarcarlo spessissimo – che la forza di TBS è quella di un team affiatato ed efficiente.

Se poi Women’s Wears Daily ti dedica un articolo, significa che TBS è un brand/blog/team che funziona e cosa c’è di più bello che festeggiare a New York City durante la FW?

Il party, in collaborazione con Luisa Via Roma, è stato un evento super social…twitter, instagram…per alcune ore sembrava che non ci fosse nient’altro a N.Y.

Fashion insiders da tutto il mondo si sono uniti alla The Blonde Salad Crew per celebrare i favolosi 5 anni del blog – e i risultati raggiunti finora: 500.000 visitatori unici al mese con 4 milioni di visualizzazioni e 2.7 milioni di followers su Instagram. Solo per fare qualche nome: James Goldstein, Langley Fox Crisman Hemingway, Tish Cyrus, Brad Goreski, River Viiperi, Teresa Moore, Lily Lane, Anna dello Russo, Mia Moretti (che ha animato la serata con uno dei suoi dj set), Micol Sabbadini, Ana Beatriz Barros, Helena Bordon e le bloggers Emily Weiss, Kristina Bazan, Nicole Warne, Andy Torres, Elizabeth Mass e Eleonora Carisi.

Per celebrare Chiara e i successi di The Blonde Salad, l’artista contemporaneo Daniel Arango ha creato due opere, una scatola di cereali e il suo primo “estuche” (borsa in spagnolo), dedicate a Chiara che sono state svelate ieri sera al party.

“C’è qualcosa di incredibilmente eccitante sull’arte che può essere indossata ed è funzionale allo stesso tempo. Ho pensato: come io porto sempre con me in tutto il mondo almeno una delle mie sculture, così potrebbe fare anche un’appassionata di moda come Chiara Ferragni. La nostra passione comune per l’arte, la moda e il viaggio mi ha ispirato a creare il mio primo Holy K estuche, un’opera d’arte che si indossa. I cereali Holy K Chiara rappresentano per me la Roma, durante la settimana della moda di New York. quintessenza del viaggiatore.” spiega Arango.